Lazer Bullet 2.0

15 gennaio 2019 - 15:01

Ventilazione o aerodinamica? Il nuovo Bullet 2.0 nasce apposta per evitare sia il dilemma della scelta sia ogni poco piacevole compromesso: la sua forma stretta e il guscio privilegiano le caratteristiche aero, mentre la regolazione del sistema Airslide permette di liberare le ampie prese d’aria, senza tuttavia rinunciare a un ottimale equilibrio tra prestazioni, comfort e sicurezza.

ARIA O WATT?
È proprio la chiusura regolabile Airslide, che aumenta le prestazioni aerodinamiche e trasforma il Bullet 2.0 da un casco ben ventilato a un casco sprint, il segreto della sua versatilità. Quando è richiesta ventilazione, il sistema Airslide permette di aprire la parte anteriore del casco e creare un flusso d’aria che trova sfogo negli estrattori sul retro. Quando invece è l’aerodinamica l’obiettivo da perseguire senza mezze misure, l’intero sistema Airslide può essere sostituito con una calotta completamente chiusa per creare una versione ancora più aerodinamica dello stesso casco.

In questa configurazione, i tecnici Lazer hanno calcolato che il Bullet 2.0 garantisce un guadagno di oltre 7 Watt (rispetto allo Z1) a una velocità di 58,68 km/h, che corrisponde a un vantaggio restituito al ciclista di circa 8 metri nell’ultimo chilometro.

Sono una novità anche gli interni, ridisegnati con un efficace sistema di canalizzazione che aumenta il flusso d’aria distribuito intorno alla testa. La sezione posteriore, dotata di aperture configurate con effetto Venturi, assicura un’ulteriore accelerazione dell’aria attraverso il casco, aumentando la ventilazione e, dunque, il comfort.

OCCHIALI ADDIO…
La soluzione non è nuova, ma comunque efficace: la possibilità di applicare, grazie a magneti annegati nella calotta, una lente ampia e perfettamente integrata, assicura sia prestazioni aerodinamiche sia protezione e visibilità ottimali. Il design avvolgente della lente, segue infatti il profilo del viso e protegge dagli elementi e dalla sporcizia della strada, che la ruota anteriore ci sbatte inevitabilmente sulla faccia. Quando le si vuole staccare, le lenti possono essere inserite nella parte posteriore del casco, protette ma sempre a disposizione e riposizionabili con un movimento rapido e sicuro.
Infine, per migliorare la calzata e il comfort, l’Advanced Turnfit System ha permesso ai tecnici di realizzare una fascia frontale che offre una vestibilità aderente ma comoda anche indossando il casco per diverse ore.
Importante, per la sicurezza passiva, anche la presenza di una luce a LED posteriore integrata, che rende il ciclista più visibile anche di giorno.

Il Bullet 2.0 ha debuttato durante il Down Under Classic con il Team Sunweb e con il Team Jumbo Visma con un’edizione speciale celebrativa del 100° anniversario del marchio Lazer.

Caratteristiche tecniche
• 8 prese d’aria + sistema Airslide
• Calotta superiore di chiusura inclusa
• Canalizzazione della ventilazione interna
• Sistema Advanced Turnfit® con LED posteriore
• Logo riflettente (solo colorazione blu e giallo)
• Lente ottica inclusa
• Taglie: S / M / L
• Peso: 375 g (taglia S)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Le più belle bici da corsa in titanio

Troy Lee Designs, la linea MTB 2019

Wilier, Trek e Specialized con il nuovo SRAM RED eTap AXS