Lightweight, a Eurobike il nuovo Urgestalt

2 settembre 2017 - 19:09

Lightweight, il marchio tedesco leader nelle ruote ad alte prestazioni, ha preparato per Eurobike numerose novità. L’azienda dove nascono i preziosi manufatti in fibra di carbonio si trova a pochi passi dalla fiera di Friedrichschafen: occasione perfetta per incontrare lo staff di Lightweight, a partire da Heinz Obermayer, che dà il suo nome alla coppia di ruote più ambita, chiamata in suo onore Meilenstein Obermayer.

La principale novità per il 2018, però, è il telaio, l’unico costruito dalla Casa tedesca: a tre anni dal lancio del 2014, Urgestalt cambia. Formalmente si tratta di una evoluzione (il test della prima versione), sostanzialmente di una riprogettazione. L’obiettivo per la seconda generazione era legato alla prestazione del telaio, da migliorare rispetto a parametri già di assoluto rilievo, riducendo il peso e soprattutto aumentando il comfort. Il progetto della prima versione non lasciava spazio a miglioramenti, quindi in Lightweight il lavoro è ripartito da zero.

La scatola movimento è rigida come quella del primo Urgestalt, mentre la zona dello sterzo è stata migliorata da questo punto di vista, per mantenere ancora meglio l’allineamento. Il carro è del tutto nuovo, centimetro dopo centimetro: mantiene la stessa resistenza alla torsione ma migliora la compensazione delle vibrazioni.

Il tubo piantone cambia forma e diventa più tradizionale, a sezione tonda; accoglie il reggisella Lightweight, novità 2018, nella misura 27,2 mm. Ancora una volta l’obiettivo è aumentare il comfort, a cui soprattutto i ciclisti tedeschi (stampa compresa) pare non possano proprio rinunciare. La forcella è stata completamente rivista, come si evince dalla differente inclinazione, pensata per ridurre l’influenza della frenata e delle sconnessioni sulla guida.

Due le versioni dell’Urgestalt, con freni tradizionali (telaio 790 grammi in taglia 54, forcella 340 grammi) e a disco (800 e 375 grammi). L’arrivo sul mercato è previsto per l’autunno: costerà circa 3.900 euro, quindi meno della precedente versione. E anche questa è una (buona) notizia.

Le ruote Lightweight, rigidità e leggerezza
Ruote, il regno di Lightweight. La Meilenstein Disc con mozzo pentagonale è ora disponibile con sezione più larga (24 mm), che permette di montare copertoncini fino a 28 mm di larghezza. Cambia l’altezza del cerchio, che passa da 47,5 a 48 mm.

Novità per la forma, con la “V” che ora è continua perché non c’è più la pista frenante, inutile vista la presenza del freno a disco. Confermato il mozzo a sezione pentagonale, che durante test indipendenti ha dimostrato di smaltire molto efficacemente il calore prodotto durante la frenata: si parla di temperature oltre i 200°C, con punte di 400°C… Per il 2018 proprio il mozzo è stato parzialmente modificato, introducendo una parte cilindrica per ridurre il peso della ruota; all’interno è rimasto tutto come nel modello precedente.

Innovare, sempre
Lightweight ha ribadito la sua vocazione a innovare: il reggisella (172 grammi), il nuovo Urgestalt, la conferma della ruota Wegweiser (profilo di 36 mm) con specifica tecnologia di costruzione. E infine la nuova Fernweg Disc per copertoncino, ruota ad alto profilo nata in anticipo rispetto alle previsioni dopo la richiesta di un rivenditore di Dubai. Non a caso costerà circa 7.000 euro la coppia…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

BH RS1, comfort e prestazioni

Sidi MTB Speed, Gravel e dintorni

Ritchey, controllo totale