ASHAA, dalla pista alla strada

Sembra una sciarada ma è il nuovo manubrio da pista progettato e sviluppato da Romolo Stanco per TOOT Engineering. La sua forma permette di assumere le posizioni più diverse nelle competizioni endurance, così da potersi adattare perfettamente a ogni situazione di gara.

Immagina di essere in gara sulla tua bici da pista. Immagina di avere infinite possibilità di prendere il manubrio e poter trovare la posizione più performante in ogni occasione, in ogni momento della gara…” Così i ragazzi di TOOT Engineering raccontano il loro ultimo progetto.
Si chiama Ashaa e vuole essere la prima di molte rivoluzioni nel mondo del ciclismo su pista. Nasce dall’incrocio tra competenze tecniche e pratiche, da anni di ricerca e sviluppo a fianco di atleti di livello internazionale.

È il primo passo verso l’interpretazione che l’atleta e la sua posizione in bici sono l’elemento fondamentale per la resa finale, a livello meccanico, di comfort, di prestazione e aerodinamico. Atleta e mezzo sono inscindibili. Non esiste più l’aerodinamica del mezzo, ma la miglior posizione possibile per ciascun atleta, insieme alla sua bici.

Non basta andare in galleria del vento e verificare il vantaggio di un prodotto a 60km/h rispetto a un altro, è indispensabile che l’atleta che lo userà possa avere un vantaggio anche mentre passa da 0 a 60km/h e che poi possa mantenere tale vantaggio per tutta la durata della gara – racconta Romolo Stanco, il suo progettista -. “Siamo partiti dalle posizioni che volevamo provare, guardando Obree, Boardman, e sapendo tutto ciò che oggi è concesso e vietato. Da qui sono nati i primi disegni, passando attraverso prototipi e infinite domande.
È stato testato e modificato dopo le prove in galleria del vento, prototipato in 3D per controllare di volta in volta ogni particolare fino a poter andare in pre-produzione e essere provato in gara e in pista“.

La versione finale, prodotta a mano con un sistema innovativo di produzione del carbonio in Gran Bretagna da Adrian Smith di Carbonwasp per TOOT Engineering, è un prodotto radicalmente rivoluzionario pronto per incontrare le esigenze di tutti i pistard

Peregrine Falcon

Il Peregrine Falcon su cui è montato Ashaa è un prototipo di bici da pista in continua evoluzione, un prototipo, un laboratorio viaggiante e vincente su pista, quel territorio dove tutto è spinto al limite, dove il centesimo è fondamentale, e dove anche un piccolo movimento sulla sella dato da una posizione non confortevole o da un setup approssimativo può fare la differenza. La pista diventa un un territorio estremo e misurabile in cui sperimentare prodotti con l’intento di trasferire nella progettazione delle nuove bici da strada che presenterà T°RED BIKES.

ASHAA

Il nuovo manubrio endurance pista in fibra di carbonio, è disponibile in versione monoscocca e per attacco manubrio tradizionale. È un progetto di Romolo Stanco sviluppato e testato in Italia da TOOT Engineering e prodotto a mano in Gran Bretagna da CarbonWasp.

Misure

Larghezza C/C impugnatura bassa 370 mm
Larghezza C/C impugnatura alta 280 mm
Reach C/C 108 mm
Drop C/C 93 mm
Flare 20°
Prezzo 799.00 euro
Per info e ordini info@tootengineering.com