Ruote MTB: il parere dei campioni

La misura giusta delle ruote MTB? Dopo aver pedalato la Bianchi Methanol in tutte e tre le sue declinazioni, 26, 29 e 27.5”, l’abbiamo chiesto anche a tre bikers mondiali: Jerry Kerschbaumer, Leonardo Paez e Tony Longo

Poco tempo fa vi abbiamo detto la nostra sulle caratteristiche delle mountain bike per il cross country firmate Bianchi (clicca qui per leggere l’articolo): la Methanol con ruote da 26”, uscita di produzione quest’anno; la 29” e l’ultima arrivata, Methanol 27.5”. Ma chi meglio dei campioni di MTB può darci un parere sulle caratteristiche di ciascuna tipologia di bici?Ecco come la pensano Gerry Kerschbaumer, Leonardo Paez e Tony Longo, che quest’anno, sul fronte off road, hanno regalato moltissime soddisfazioni alla Casa di Treviglio. Longo, infatti, è campione italiano Marathon in sella alla Bianchi Methanol 26; Paez con la sua 27.5 ha vinto la medaglia di bronzo al Mondiale Marathon e Kerschbaumer è campione mondiale Under 23 con la Methanol 29.1.La sorpresa? Tutti pensano alla 27,5. GERHARD KERSCHBAUMERQuanto sei alto?Su quale tipo di fondo o su quali percorsi ti trovi più a tuo agio e pensi di essere più forte?Sono forte nel tecnico, sui tratti nel bosco e nelle salite lunghe e dure.Perché per l’attività agonistica hai scelto la 29″?Nel 2013 ho usato la 29” e mi sono trovato molto bene, però nel 2014 voglio provare a usare la 27,5 perché più leggera, più cattiva. Secondo me è la scelta giusta.Parlando di un amatore, che non fa attività agonistica, in base a quali parametri secondo te dovrebbe scegliere la misura delle ruote?L’altezza è determinante. In genere una persona piuttosto alta dovrebbe scegliere la 29”, altrimenti la 27,5”. LEONARDO PAEZQuanto sei alto? Sono alto 175,5 cmSu quale tipo di fondo o su che tipo di percorso ti trovi più a tuo agio e pensi di essere più forte?Sono forte in salita, è lì che posso fare la differenza. Quando sono in forma, tuttavia, mi sento competitivo in ogni situazione. Sto crescendo nelle discese, dove in precedenza perdevo tanto.Perché per l’attività agonistica hai scelto 27,5″?Ho scelto la 27,5″ perché mi fa sentire a mio agio. Per me è molto importante trovare la posizione giusta in bici. Con la 27,5″ ho la ruota più grande della 26” e al contempo ottime risposte in discesa. Con la 29” mi trovo bene ma è grande per me, anche se ci sono situazioni nella quale la userei, in base al fondo del percorso di gara.Parlando di un amatore, che non fa attività agonistica, in base a quali parametri secondo te dovrebbe scegliere la misura delle ruote?Penso che se uno è alto la bici con ruote da 29” sia la più idonea, perché garantisce sicurezza in discesa e resistenza in caso di foratura, considerato anche il maggiore peso dell’atleta. Ritengo, invece, la 27,5” una bici adatta agli atleti di statura media e minuta: è simile alla 26”, che prima era la bici per tutti. TONY LONGOQuanto sei alto? Sono alto 170 cm.Su quale tipo di fondo o su quali percorsi ti trovi più a tuo agio e pensi di essere più forte?Sono uno scalatore puro, mi trovo a mio agio su salite lunghe e impegnative con fondo compatto. Per quanto riguarda le discese preferisco i single track tortuosi dove c’è da guidare la bici, con fondo scorrevole. Non mi piacciono le discese veloci e sassose.Perché per l’attività agonistica hai scelto una bici 26″?Nel 2013 ho scelto di correre con la 26″ perché mi fa sentire perfettamente a mio agio nelle salite, il mio punto forte: è una bici scattante e leggera che mi permette di fare la differenza quando le pendenze sono sfavorevoli. Non essendo alto trovo la 26″ molto maneggevole e reattiva, proprio come piace a me. Rispetto alla 29” mi penalizza solo nei tratti di pianura scorrevoli e nelle discese veloci o con ostacoli. Il prossimo anno passerò alla 27,5″: credo che per le mie caratteristiche sia il miglior compromesso.Parlando di un amatore, che non fa attività agonistica, in base a quali parametri secondo te dovrebbe scegliere la misura delle ruote?Innanzitutto dipende dai percorsi che un amatore pratica di solito. Con la ruota piccola, secondo me, se si sa guidare ci si diverte di più, perché è più maneggevole e facile da manovrare, mentre le ruote grandi danno maggior sicurezza e scorrevolezza. Un altro parametro da tenere in considerazione è la struttura fisica: una persona alta più di un metro e 80 centimetri si troverà bene sulla 29”. Un consiglio a tutti gli appassionati: sono sempre le gambe che fanno la differenza!