Scott Foil 2016, ride like the wind

Una delle bici più attese del 2016, la nuova Foil, cambia profondamente per diventare (anche) più comoda

Aerodinamica, leggera, rigida. Fin qui nulla di nuovo. La Scott Foil, dalla sua apparizione nel 2010, ha rappresentato sotto questi aspetti uno dei riferimenti nel mondo delle bici aero, ma il lavoro che i tecnici tedeschi hanno fatto nel corso degli ultimi due anni ha portato molte modifiche. Modifiche finalizzate a esaltare le sue riconosciute peculiarità ma anche a renderla più comoda, allargando lo spettro di utilizzo e, di conseguenza, la base dei potenziali utilizzatori.Benoît Grelier, responsabile del reparto ingegneria di Scott, e Paul Remy, ingegnere che dall’inizio lavora al nuovo progetto, assicurano che la nuova Foil vanta valori di rigidità ancora più elevati del modello precedente ma ciò nonostante, accanto ai miglioramenti per quanto concerne il design, l’aerodinamica e l’integrazione, anche il comfort di guida è stato portato a un livello superiore.“Abbiamo migliorato il comfort del tubo verticale di un impressionante 89% rispetto al primo modello di Foil” afferma Paul Remy. “I nostri maghi del carbonio hanno reso possibile la creazione di una bici da strada incredibilmente confortevole pur mantenendo un peso leggero, e sono convinto che i nostri pro del World Tour non la sceglieranno solo per le tappe pianeggianti”.Con un peso del telaio di soli 945 grammi e della forcella di 335 grammi (in taglia M, includendo la minuteria) la nuova Foil è una delle bici aero più leggere sul mercato. Dicono in Scott che, nonostante la sua naturale aerodinamicità e rigidezza, non è stato affatto difficile portare la bici completa al di sotto dei fatidici 6,8 kg del limite minimo previsto dal regolamento UCI.Aerodinamica“L’aerodinamica del telaio della nuova Foil è stata completamente rivista” svela Paul Remy. “ Tutte le sezioni verticali del telaio sono state ottimizzate indipendentemente ma anche congiuntamente, l’integrazione è stata portata a un livello ancora maggiore e la bici ha un cockpit completamente integrato. Si risparmiano Watt preziosi”.La Foil 2016 mantiene le apprezzate caratteristiche del modello originale ma aggiunge soluzioni nuove per essere ancora più veloce.
 Le sezioni verticali del telaio, che includono la forcella, il tubo di sterzo, il piantone, i foderi verticali e il cannotto sella sono state ottimizzate. L’area frontale del telaio è responsabile fino al 50% di resistenza totale, il tubo di sterzo e l’avantreno della bici sono quindi elementi cruciali quando si lavora per ottimizzare l’aerodinamica di un telaio. I foderi verticali più bassi e la rimozione del ponte per il freno posteriore tra i foderi verticali diminuisce il divario tra il piantone e i foderi stessi, evitando stagnamento d’aria e resistenza.Foil_2016_Product_Image 05Tecnologia F01La Foil è figlia della tecnologia F01 Aero, che diede origine a quei tubi dai profili aerodinamici tronchi oggi molto diffusi, studiati per ovviare agli svantaggi dei regolamenti UCI che pongono un limite di rapporto del profilo aerodinamico pari a 3:1. Il troncamento del profilo risolse questo problema, con prestazioni aerodinamiche comparabili a quelle di un profilo tradizionale a goccia ma con rigidità e leggerezza incrementate.Foil_2016_Drawing_BIKE_SCOTT Sports_Aero_Profiles Le tre aree cruciali di un profilo aerodinamico-Bordo d’attacco La sezione che per prima viene a contatto con l’aria.-Raggio di transizione Questa sezione consiste di una forma convessa, solitamente un segmento di arco, che collega il bordo d’attacco e il bordo d’uscita.-Bordo d’uscita Questa sezione consiste di una forma convessa, di solito un segmento di arco circolare.I risultati dei testIl test nella galleria del vento ha rivelato che la nuova Foil risparmia 6 Watt in media su tutto lo spettro di imbardata testato rispetto al modello precedente. Questo equivale a un guadagno di 27 secondi su 40 chilometri con una velocità di 45 km/h.CostruzioneTrasferimento di potenza e maneggevolezza
 sono state  le parole d’ordine del nuovo progetto. Insieme con le sue proprietà aerodinamiche, la nuovissima Foil è stata costruita per mantenere la sua natura già rigida ma anche per offrire maggiore comfort mantenendo la sua leggerezza.Rigidità movimento centraleIl movimento centrale PF86 permette un connessione larga del tubo obliquo e del tubo sella rastremato alla scatola del movimento centrale. Grazie a una stratificazione a rigidità ottimizzata e al processo di lavorazione del carbonio, la rigidità del movimento centrale della nuova Foil è aumentata del 13%.Foil_2016_Drawing_BIKE_SCOTT Sports_BBRigidità tubo sterzoScott promette eccellenti doti di rigidità per la forcella grazie al suo cannotto rastremato da 1- 1/4″ a 1- 1/2″. Complessivamente è stato raggiunto un incremento di rigidità torsionale del tubo di sterzo pari al 13,5%. Inoltre la rigidità laterale della forcella è stata aumentata del 6%.Foil_2016_Drawing_BIKE_SCOTT Sports_Aero_HeadtubeZona comfortLa prima Foil privilegiava il trasferimento di potenza, la guida reattiva, il peso contenuto e l’eccellenza aerodinamica, ma non brillava certo per il comfort. La nuova Foil dispone di un attacco dei foderi verticali che, in combinazione con la loro forma asottigliata, garantisce una guida fluida anche su strade sconnesse. Questo approccio ha comportato un incredibile aumento del livello di flessione dell’86% della superficie del piantone rispetto al modello precedente. Inoltre anche il livello di flessione della forcella è stato aumentato dell’11%.Foil_2016_Drawing_BIKE_SCOTT Sports_Comfort_Zone