All’asta le Desmosedici di Stoner e Rossi

All’appuntamento organizzato da RM Auctions al Grimaldi Forum di Monaco andranno all’incanto una GP10 e una GP11

A stagione finita, la Honda (come anche la Ferrari in passato), per difendere i segreti delle sue macchine e moto da Gran Premio, le manda sotto la pressa e le distrugge. La Ducati, invece, ha deciso di mettere all’asta due Ducati Desmosedici: la GP10 guidata da Casey Stoner nel 2010 e la GP11 di Valentino Rossi dell’anno scorso.La vendita all’incanto, organizzata dalla casa d’aste RM auction, si svolgerà l’11 e 12 maggio al Grimaldi Forum di Monaco. Le due Desmosedici arrivano direttamente dal reparto Ducati Corse e rappresentano un sogno per gli appassionati sebbene non si tratti di moto in assoluto vincenti.La Ducati Desmosedici GP10 “CS1” di Casey Stoner nasce nelle officine Ducati di Borgo Panigale tra il 7 e l’11 dicembre 2009. Il campione australiano ha gareggiato per la prima volta con la CS1 in Qatar nell’aprile 2010, portandola alla vittoria nel GP d’Australia, a Phillip Island, nell’ottobre 2010. La moto ha conquistato la pole position in Qatar, a Phillip Island e a Valencia e ha ottenuto piazzamenti da podio a Valencia, Assen e in Catalogna. Ha disputato l’ultimo Gran Premio a Valencia nel novembre 2010, chiudendo la carriera con un chilometraggio complessivo di 4.232km.La Ducati Desmosedici GP11 “VR2” di Valentino Rossi è stata costruita dal 6 al 10 dicembre 2010. Il suo battesimo in pista è avvenuto nel febbraio 2011 durante i test di Sepang. Guidata da Valentino ha conquistato il podio a Le Mans, in Francia, nel maggio 2011. Ha gareggiato ’ultima volta nel TT di Assen, chiudendo la carriera con un chilometraggio complessivo di 2.342km. E questa è una autentica rarità, perchè di MotoGP usate da Rossi in giro, per i motivi citati all’inizio dell’articolo, non ce ne sono.Peter Wallman, della Casa d’aste RM Auctions – Europe, ha commentato: “Per i collezionisti, sarà un’occasione irripetibile e imperdibile di aggiudicarsi pezzi unici che hanno fatto la storia di Ducati”.“Per noi è estremamente raro mettere in vendita due moto speciali come queste, quindi il fortunato acquirente, oltre a firmare un accordo di riservatezza, dovrà anche diventare un “parente stretto” della famiglia Ducati!” , ha detto il Direttore Generale e Tecnico di Ducati Corse, Filippo Preziosi. “Le Desmosedici GP10 e GP11 rappresentano due moto interessanti nella storia del nostro progetto GP e dunque un’occasione irripetibile per i collezionisti del settore motociclistico”.