Aprilia Tuono V4 R ABS

Costa 16.100 euro come il modello che sostituisce: ha l’ABS, un’elettronica affinata, sella e sospensioni più orientate al comfort

Dopo l'aggiornamento dell'esaltante RSV4 (leggi la prova a Estoril) è ora il momento della Tuono V4 R ABS, proposta in due colorazioni (bianco o nero) e unico modello in gamma per questa moto: non sarà più possibile, dunque, acquistare la versione senza ABS. Le novità includono ovviamente l'antibloccaggio dei freni con tre logiche di intervento, nuove pinze monoblocco Brembo, l'aggiornamento della già evolutissima elettronica APRC (Aprilia Performance Ride Control) e del motore, una nuova sella più comoda, il serbatoio rivisto nella forma e nella capienza, oltre a un setup standard di forcella e ammortizzatore più attento alle esigenze di chi guida sulle strade di tutti i giorni. La naked più evoluta di sempre, capace di sfidare e battere la maggior parte delle supersportive grazie alla facilità di guida garantita dal manubrio alto e dall'eccezionale efficacia dinamica, compie un ulteriore passo avanti con questa versione, non soltanto più sicura perché c'è l'ABS ma anche più efficace in tutte le condizioni di utilizzo: è davvero difficile, in realtà, pensare a una Tuono ulteriormente migliorata rispetto alla moto che già conosciamo, ma in Aprilia giurano di essere riusciti nell'impresa.

Le modifiche, dunque, sono numerose, per quanto quasi completamente impercettibili osservando il profilo sgraziato della Tuono. Il V4 di 65° cresce di potenza fino a 170 cv a 11500 giri/min e 111,5 Nm di coppia a 9500 giri/min, grazie allo scarico ridisegnato e alla gestione elettronica ulteriormente migliorata. In particolare è stato rivisto il diagramma di distribuzione, i cornetti di aspirazione sono fissi e più lunghi di 20 mm, il volano dell'albero motore ha maggiore inerzia e la rapportatura è stata accorciata nelle prime tre marce. L'ABS si avvale di pinze anteriori Brembo M432, è basato sulla centralina Bosch 9MP di soli 2 kg di peso e propone tre modalità d'azione:  1.Track – Per l'uso in pista ma omologato anche per la strada, permette staccate estreme, senza l'ausilio del sistema RLM (Rear wheel Lift-up Mitigation) dedicato a evitare il sollevamento della ruota posteriore 2. Sport – L'intervento del sistema RLM è progressivo in base alla velocità della moto. 3. Rain – La logica d'azione è orientata alla massima efficacia decelerante in condizioni di scarsa aderenza.

Per quanto riguarda, invece, il pacchetto APRC (Aprilia Performance Ride Control), la Tuono V4 R ABS propone parecchi affinamenti, concentrati sull'ATC (Aprilia Traction Control) che sfrutta algoritmi ulteriormente affinati, con percentuali di slittamento della ruota posteriore a seconda della velocità in curva. Si tratta di miglioramenti che sono già patrimonio della RSV4 R ABS, al pari del serbatoio rivisto nella forma – per contenere meglio gli spostamenti del pilota in staccata – e nella capienza, portata a 18.5 litri. Il prezzo di 16.100 euro è lo stesso della precedente versione, che la R ABS sostituisce.