Beta Xtrainer 250

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

Per essere al passo con le richieste dei motociclisti, le Case continuano ad arricchire la gamma dei loro prodotti. Focalizzarsi su prodotti estremi o troppo specialistici, infatti, rischia di non premiare le vendite. Ecco perché Beta, nota per i modelli pronto gara, da qualche anno sta ampliando gli orizzonti con moto pensate anche per chi non è un pilota professionista. L’ha fatto poco tempo fa con la 300 Xtrainer, ora rilancia con la più piccola Beta Xtrainer 250, caratterizzata dal motore a due tempi docile, la sella ribassata e tanti accorgimenti per piacere anche a chi fa enduro per puro divertimento.beta xtrainer 250 - lateraleDAMMI DOLCEZZALe modifiche rispetto alla sorella più specialistica 250 RR non sono molte ma appaiono incisive. In primis sul motore: quello della Beta Xtrainer 250 non cambia nei fondamentali (66,4 x 72 mm i valori di alesaggio e corsa) ma grazie all’affinamento su aspirazione e scarico il monocilindrico ha valori di coppia e potenza inferiori per favorire la fluidità di erogazione. La sella più bassa (910 mm contro i 930 della RR), il miscelatore automatico e le gomme soft. È disponibile subito a un prezzo non ancora definito.