Nonostante il periodo di crisi BMW continua con gli investimenti per “migliorare il record dello scorso anno. Il presidente di BMW Motorrad, Hendrick Von Kuenheim, non ci va troppo per il sottile, gonfia il petto e mostra tutta la forza di un brand che negli anni è stato capace di rinnovarsi, svecchiarsi e dominare il mercato delle due ruote di grande cilindrata. Se volevano dare una dimostrazione di forza quelli di BMW Motorrad ci sono riusciti: il nuovo punto vendita di Roma, inaugurato proprio ieri sera, stabilisce un nuovo record di estensione per le concessionarie BMW: 3.700 metri quadrati, più che raddoppiata rispetto alla sede precedente.

Una sede moderna, con un’esposizione che ha qualcosa di fieristico. Un luogo, però, dove chi entra non si limita a comprare ma vive una esperienza. Diciamoci la verità: è in concessionarie come queste che viene voglia di comprare.

Sulla Prenestina a Roma i BMWisti romani non troveranno solo show room ma anche un’area assistenza decisamente potenziata in grado di consegnare la moto – questa è la promessa – in due ore dalla presa in consegna.  I clienti in attesa potranno rilassarsi nello spazio  “Bikers meet”: più che una sala di attesa, un punto di ritrovo dedicato con area bar, internet, Wi-Fi, punto di informazione e approfondimento anche per il marchio Husqvarna.

Potenziare la concessionaria di Roma non è stato casuale: presto BMW partirà all’attacco del mercato scooter e Roma è la città più importante per numeri di vendita. Anche perché il presidente Von Kuenheim è ben consapevole del fatto che la mobilità urbana diventerà sempre più un fattore chiave per conquistare nuovi clienti. BMW non si ferma qui: Von Kuenheim ha promesso altre 5 novità entro la fine dell’anno e l’arrivo del primo scooter elettrico funzionante (prototipo) per il 2013. Di spazio ce ne sarà davvero bisogno.

 

BMW Motorrad Roma
Via Prenestina 1023 Roma
00155 Roma
Tel. 06/225401

CONDIVIDI

Novembre 1980 un piccolo Cordara allora tredicenne viene accompagnato dal padre a EICMA per vedere la bicicletta nuova (allora c’erano anche le bici). Folgorazione! Al piccolo Cordara non interessano affatto le bici, vede quelle cose strane con due ruote e un motore e non capisce più niente. Malato per la moto, malato per la velocità. Quell’EICMA crea un vortice che non si è ancora fermato e che lo ha portato a viaggiare in tutto il mondo a correre praticamente con qualsiasi cosa (dal Gilera DNA all’Harley-Davidson passando anche per sportive “normali”) e in qualsiasi luogo. Il punto di non ritorno? Correre la mitica 8 ore di Suzuka nel 2008. Laureato in Ingegneria meccanica, tester “since 1992” ha provato praticamente tutto ciò che si muove su ruote. Insieme a Edoardo Margiotta e Marco Selvetti ha creato RED e, visto che ha anche un tesserino da giornalista, si dà da fare come direttore responsabile. Ah, ora si è pure appassionato alle biciclette. Stai a vedere che suo padre aveva ragione?