BMW R 18 Spirit of Passion

Un design inconfondibile ed estremo. Una di quelle realizzazioni che divide e non ammette sfumature fra nero e bianco.  È la nuova “Spirit of Passion” firmata Kingston Custom

Dopo il maestro Roland Sands, è toccato a Dirk Oehlerking mettere al servizio della BMW R 18 il suo talento realizzando la seconda special su base R18 della serie “SoulFuel”, una collaborazione tra BMW Motorrad e alcuni fra i migliori customizer. Prima di loro, ad aver interpretato la big custom di BMW era stato Bernhard Naumann, con la straordinaria ed elegantissima café racer “Blechmann”.

BMW R 18, l’originale

Sin dalla sua apparizione, si è subito intuito che la BMW R 18 fosse predestinata alla customizzazione. La R 18 è un progetto molto “malleabile”, che si caratterizza per un forte riferimento storico, che richiama tecnicamente e visivamente modelli famosi come la BMW R 5, e si focalizza sugli elementi essenziali della motocicletta: una tecnologia purista e pulita, abbinata a un motore d’impatto, in questo caso il nuovo “big boxer”.

Sebbene la Kingston Custom di Oehlerking sia conosciuta per le sue reinterpretazioni estreme, chi si aspettava uno stravolgimento della moto è rimasto spiazzato

Dirk ritiene la R 18 un progetto vicino alla perfezione, al punto di non aver messo mano alla sua ciclistica. Il telaio e le sospensioni sono infatti originali. La moto ha comunque subito una trasformazione radicale, nello stile inconfondibile di Kingston Custom.

Il design si ispira allo stile classico e ridondante dell’Art Déco. Al centro dell’attenzione c’è la carenatura, che è anche stata la più grande sfida per Oehlerking. Battuta e finita ovviamente a mano, così come il parafango posteriore, incarna tutto lo stile del design Kingston

Lo scarico della BMW R 18 è stato modificato, mentre la sella proviene dal catalogo accessori di Kingston Custom. Gli indicatori di direzione sono stati sostituiti con indicatori Kellermann e il faro anteriore a LED è stato integrato nella carenatura e sormonta il “doppio rene” che ricorda le BMW a quattro ruote dell’epoca. Carenatura, parafango e ala sono impreziosite da pinstripe che riprendono il motivo del serbatoio, anch’esso originale.

Oehlerking, chi è costui?

Motociclista, designer e artigiano Dirk Oehlerking è un noto customizer tedesco con un debole per le BMW. Ne ha già realizzate 17 fra cui le due gemelle Black Phantom e White Phantom, ma a suo dire la nuova creatura è la più estrema che abbia mai fatto.

Il processo di progettazione è lungo e comincia con un flusso di immagini e visioni di stile. Solo quando questa scelta si è concretizzata, Dirk impugna la matita e comincia a disegnare i primi schizzi

Sebbene le vistose carenature siano il suo marchio di fabbrica, nella sua trentennale carriera non mancano café racer dal gusto essenziale e possenti scrambler, realizzate su base Triumph (un classico) ma anche Honda e Yamaha.