BMW R nineT 2017

Delle due nuove versioni che rinnovano la famiglia, questa è la “roadster”, sulla quale il mix di elementi classici e moderni si arricchisce di contenuti tecnici ispirati al piacere di guida.

Se lo stile e la personalità non sono cambiate, a leggere con attenzione la scheda tecnica della capostipite del mondo Heritage di BMW si trovano novità anche di peso. A partire dalla ciclistica: la nuova R nineT ha quote riviste nelle misure di interasse e angolo di sterzo, allungato il primo e ridotto il secondo, così da migliorare precisione, direzionalità e neutralità in curva. Ora la forcella a steli rovesciati, di derivazione S 1000 RR con escursione di 120 mm, è completamente regolabile nell’idraulica in compressione ed estensione, oltre che nel precarico.bmwrninet2017-025Novità anche per le ruote, con cerchi in lega anodizzati neri di nuovo disegno, per i comandi a manubrio di freno e frizione e per la strumentazione, composta da due strumenti ora separati. Da quest’anno sarà inoltre disponibile, come optional, il controllo di trazione ASC.Meno tecniche ma più evidenti le innovazioni estetiche, con il braccio del Paralever e il carter del differenziale colorati di nero opaco per abbinarsi con il telaio e i carter motore. Accanto alla livrea di serie, saranno per la prima volta disponibili due verniciature opzionali, una dal sapore più classico e l’altra vintage/racing.Il motore, che non ha subito interventi, è sempre il Boxer aria/olio da 1.170 cc, accreditato di 110 cv di potenza e 116 Nm di coppia (Euro 4), con cambio a sei rapporti e scarico inox due in due sul lato sinistro.