EICMA 2021 sarà dal 23 al 28 novembre

L’Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo annuncia l’intesa con Fiera Milano sulle nuove date: slitterà di due settimane e avrà un grande valore simbolico.

L’Edizione numero 78 di EICMA si terrà dal 23 al 28 novembre 2021 (le giornate del 23 e del 24 saranno riservate a stampa e operatori) nei padiglioni di Fiera Milano a Rho. È quanto ha annunciato EICMA S.p.A., che ha trovato l’intesa con Fiera Milano sulle nuove date di svolgimento dell’Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo.
Previsto inizialmente dal 9 al 14 novembre, il più importante appuntamento al mondo per l’industria delle due ruote è così posticipato di due settimane per esigenze legate all’armonizzazione del calendario delle manifestazioni fieristiche in programma nel quartiere espositivo. Un’intenzione confermata dall’amministratore delegato di EICMA S.p.A. e presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) Paolo Magri, che ha definito la decisione “un atto di responsabilità nell’interesse del sistema fieristico quale reale e attuale strumento di opportunità di crescita del mercato e di rilancio delle imprese”.

VALORE SIMBOLICO

Malgrado si intravedano importanti spiragli di fiducia – ha spiegato Magri –, le conseguenze della pandemia hanno compresso il ricco calendario di Fiera Milano, concentrando molte manifestazioni di caratura internazionale. Dopo aver riflettuto con l’industria di riferimento e con un partner fieristico al quale siamo legati dal 1950, abbiamo scelto di ridefinire le date di EICMA in modo da valorizzare l’attrattività e l’efficacia di tutti gli eventi previsti”.

La nostra disponibilità, accolta da Fiera Milano con grande favore – ha concluso Magri – rappresenta infatti un’operazione molto significativa, che alla luce delle numerose adesioni che abbiamo già ricevuto, consegna a EICMA 2021 un grande valore simbolico di fiducia per il settore delle due ruote, per l’industria della mobilità, per il nostro grande pubblico e per il sistema fieristico con tutto il proprio indotto”.