EICMA, “I motociclisti sono cambiati”

Lo slogan che ci accompagnerà fino alla prossima edizione di EICMA, dal 7 al 10 novembre 2013, guarda al futuro, grazie anche a un’immagine emblematica e fortissima

I pubblicitari lo chiamano claim: per tutti gli altri è lo slogan, la frase che identifica una campagna pubblicitaria. E quella di EICMA 2013 sarà una campagna forte, capace di aprire il dibattito sul futuro delle due ruote a motore. “I motociclisti sono cambiati” campeggia sopra l'immagine di una giovane donna, una mamma con il suo bambino. Lei ha un casco jet e l'abbigliamento in pelle: è una motociclista; il piccolo, biondissimo, lo diventerà. In questa immagine c'è l'idea che ANCMA, l'associazione di Confindustria che raggruppa i costruttori di cicli, motocicli e accessori, nonché organizzatrice di EICMA, ha del futuro del motociclismo in Italia. Soluzione per la mobilità sostenibile, innanzitutto, ma anche modalità espressiva della persona e baluardo di libertà. La campagna è stata ideata dall'agenzia Grey e in particolare dai direttori creativi associati Francesco Fallisi e Simona Angioni. 

Nel corso della presentazione della campagna, avvenuta a Milano il 18 febbraio, il Direttore generale di Confindustria ANCMA, Pier Francesco Caliari, ha sottolineato come siano 7 i concetti che la campagna stessa vuole trasmettere: sicurezza, responsabilità, mobilità, passione, infrastrutture, creatività e visione.