Una storia, quella delle Sportster, nata nel 1957 e destinata a continuare senza sosta e senza eclatanti sorprese. Anche quest’anno infatti la famiglia si allarga e lo fa grazie a due nuove interpretazioni che combinano lo stile rétro ispirato ai canoni classici del mondo custom e le prestazioni pungenti del motore V-Twin 1200 Evolution.

 IRON 1200 

La nuova Iron 1200 è costruita intorno al motore V-Twin 1200 Evolution di 1.202 cc, che sviluppa il 36% di coppia in più (il picco è 96 Nm a 3.750 giri) rispetto all’883 Evolution che equipaggia la “piccola” Iron 883.

POSIZIONE DI GUIDA

Il manubrio rialzato tipo Mini-Ape (nero satinato) è un elemento essenziale del look della Iron 1200 e rimanda ai chopper custom made. Ha diametro di 1″ (2,5 cm) presenta un innalzamento pari a 8,75″ (22,2 cm), un’apertura di 32″ (81,2 cm) e un arretramento di 6,5″ (16,5 cm), che apre la posizione così da esporre i polsi al senso di marcia.
Il cupolino ingloba il faro anteriore – un rimando all’influenza stilistica West Coast che enfatizza il carattere del manubrio – e offre protezione alle velocità più elevate.
La sella Café Solo fast-back si raccorda al parafango posteriore ed è sagomata in modo da garantire a chi guida il pieno controllo quando si dà sfogo a tutta la coppia del V-Twin.

IL CLASSICO CHE NON PASSA DI MODA

La colorazione del serbatoio da 3,3 galloni (12,5 litri) è il tocco di stile della nuova Iron 1200 ed è esaltato anche dalla finitura dark del motore. Le varianti grafiche sono tre: Vivid Black, Twisted Cherry e Billiard White.
Colore nero anche per il gruppo trasmissione: coperchi della distribuzione, para calore sugli scarichi e coperchi di anticipo, trasmissione primaria e carter. Gli unici contrasti provengono dalle cromature dei tubi copri-aste e dei coperchi punterie, che sottolineano le forme del motore V-Twin.

RUOTE E FRENI

La Iron 1200 monta cerchi in lega a 9 razze doppie di colore nero da 19″ all’anteriore e 16″ al posteriore con copri-cinghia e pignone posteriore di colore nero. Non manca anche un po’ di elettronica, con il sistema Smart Security di Harley-Davidson e il dispositivo antibloccaggio dei freni ABS, che assiste la guida quando entra in gioco l’imprevisto. Prezzi a partire da 11.500 euro.

 FORTY-EIGHT SPECIAL 

Condivide con la Iron 1200 il motore e il look legato agli anni in cui Tony Manero ballava in completo bianco e camicia nera, ma lo interpreta con uno stile differente.

QUESTIONE DI DIMENSIONI

A caratterizzare il Forty-Eight Special è senza dubbio l’avantreno. Massiccio e imponente. La ruota da 16″ e la gomma da 130, incastonate in una forcella con steli da 49 mm e piastre di sterzo in alluminio forgiate, sono ora sovrastate dal manubrio Tallboy.
Scelto proprio per la sua forma, offre meno arretramento rispetto al manubrio Mini-Ape, un aspetto che si sposa davvero bene con la massiccia impressione visiva e il serbatoio più piccolo rispetto alla Iron 1200.
Quello montato sulla Forty-Eight Special è infatti lo Sportster “peanut” da 2,2 galloni (8,3 litri) anch’esso impreziosito da elementi grafici di chiara ispirazione Anni 70 (geometriche strisce orizzontali che incorniciano la scritta Harley-Davidson). Come per la Iron 1200, il serbatoio è disponibile in tre diverse colorazioni: Vivid Black, Wicked Red e Billiard White.

IL MOTORE DENTRO E FUORI

Le prestazioni del V-Twin 1200 Evolution sono le stesse della Iron 1200 ma a cambiare è il suo aspetto, caratterizzato da una parte superiore di colore nero e da brillanti cromature nella parte inferiore. Tra queste, i coperchi cromati di primaria, ispezione e carter e i para calore degli scarichi. Contrastano con il nero dei cilindri anche i copri aste e bilancieri e i coperchi delle punterie.

CAMBIANO I  NUMERI

Altre differenze sostanziali fra le due nuove Sportster le troviamo nella ciclistica. Per la Forty-Eight Special abbiamo infatti pneumatici Michelin Scorcher 31, montati su cerchi neri, calettati, in lega di alluminio di 16” di diametro (anteriore e posteriore), con disegno a 9 razze. Differente anche la posizione di guida, oltre che per il manubrio anche per l’altezza sella, qui a 705 mm contro i 735 mm della Iron 1200

Come sulla Iron 1200, anche per la Forty-Eight Special l’equipaggiamento di serie prevede il sistema Smart Security e l’ABS. Prezzi a partire da 12.700 euro.