Headbanger, tante novità per il 2012

La factory lombarda amplia sostanzialmente la gamma, introducendo nuovi modelli e presentando le versioni Long e Slim delle sue bestseller. Perché personalizzazione vuol dire anche misure adatte a ogni pilota

L’EICMA 2011 ha visto tra i protagonisti un marchio, Headbanger, che si sta facendo strada sul mercato e tra gli appassionati con una ricetta semplice ma esclusiva. Gli ingredienti: grandi bicilindrici americani, alimentazione a carburatore, telaio italiano e personalizzazione di ogni moto.Al salone di Milano lo stand Headbanger era affollatissimo di pubblico e soprattutto di novità, a partire da due modelli inediti, Summertime e Woodstock Boogie, che affiancano le confermatissime Hollister, High Flyin’, Foxy Lady e Gipsy Soul.Summertime e Woodstock Boogie montano il bicilindrico made in USA S&S da 93 pollici cubi (pari a 1.530 cc), nelle versioni Knuckle e Pan. La Summertime ha un look molto classico, il telaio softail con inclinazione del cannotto di sterzo pari a 34°, i pneumatici di sezione ridotta: il 130 posteriore, infatti, segna il ritorno alle “ruote strette”, un omaggio al passato. Ovviamente il bicilindrico a V di S&S è alimentato a carburatore, monta frizione a secco e ha la trasmissione primaria a cinghia, secondaria a catena. Il prezzo di listino è di 29.700 euro.La Woodstock Boogie è se possibile ancora più originale: manubrio ape-hanger, serbatoio peanut da 9 litri di capacità. Tutto qui? Neanche per sogno! Perché se volete rivoluzionare la moto e renderla ancora più vostra, non c’è che da montare il serbatoio da 18 litri di capacità e il manubrio basso. Per cominciare… La Woodstock Boogie costa 27.900 euro.Long e Slim: ci avevate pensato? Headbanger l’ha fatto, realizzando per Hollister e per tutta la gamma 2012 le versioni L e S, adatte ovviamente a biker di corporatura diversa. Le ragazze più minute sceglieranno la loro Headbanger Slim, i piloti più imponenti e alti opteranno per la versione Long. Un’idea molto pratica, questa della personalizzazione delle misure, che conferma l’attenzione di Headbanger verso il suo pubblico, certo di nicchia ma molto esigente.