Hevik, bentornata sahariana

Un capo senza tempo, sinonimo di avventura e libertà. La sahariana di Hevik è proposta in versione uomo e donna, con la possibilità di alloggiare protezioni CE

1 agosto 2015 - 21:08

Figlia dello stile coloniale creato dagli inglesi nell’Ottocento, la sahariana è stata “inventata” come capo comodo e pratico per  la vita in Africa, ispirato alle divise militari. Fidel Castro ed Hemingway erano due amanti di questa giacca, che ha avuto molta visibilità nelle pellicole di Hollywood, grazie soprattutto all’agente segreto 007 interpretato da Roger Moore e agli “africani” Robert Redford, Ava Gardner e Grace Kelly.

Più di altri la sahariana è un capo ricco di fascino e riesce a evocare immediatamente un senso di avventura e libertà. YSL la sdogana proponendola come capo d’alta moda nel Sessantotto e da allora un posto nelle collezioni non è mai mancato.

Per la sue proposte 2016 Hevik reinterpreta il capo in chiave urban e lo rende adatto anche per lo scooter e la moto, grazie ad accorgimenti come la coulisse interna, che sostituisce la classica cintura per regolare l’ampiezza in vita, e la predisposizione per alloggiare le protezioni su gomiti e spalle.

Disponibile in versione uomo e donna è proposta nel tradizionale colore sabbia e in nero.

 

Caratteristiche
 teniche

Tessuto poliestere con fodera interna scozzese
4 tasche frontali
Collo alto regolabile con chiusura a strappo
Cappuccio a scomparsa con zip
Regolazione chiusura polsi a strappo
Coulisse interna per regolazione vita
Prese d’aria sulla parte posteriore
Flap sulle spalle
Predisposizione per alloggiare protezioni CE su spalle e gomiti
Taglie: XS – X – M – L – XL – XXL – XXXL
Colori: nero, sabbia

Prezzo: 72 euro

Per info, hevik.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tornano gli Yamaha Racing Experience

Suzuki-V-Strom-1050-maxi-enduro

Suzuki V-Strom 1050XT, serie speciale e prezzo 

Kawasaki Ninja moto eleettrica EV Project in movimento

Kawasaki EV Project
Arriva la Ninja a elettroni?