Ivano_Beggio_Aprilia_primo piano_

Ivano Beggio, la sua straordinaria avventura in un’autobiografia

Concluso poco prima della sua scomparsa, avvenuta due anni fa, il volume ripercorre la vita del fondatore della Aprilia, con le testimonianze di piloti, tecnici e giornalisti che lo hanno conosciuto

19 giugno 2020 - 19:35

È disponibile da oggi l’autobiografia di Ivano Beggio, fondatore della Aprilia. Concluso poco prima della sua scomparsa, avvenuta due anni fa, il volume raccoglie, con l’aiuto di Claudio Pavanello, per molti anni responsabile stampa di Aprilia, anche le testimonianze di piloti e tecnici che hanno collaborato con l’ingegner Beggio.

Una storia italiana

Una vita straordinaria, la sua, che ebbe inizio nel 1965, quando Beggio prese le redini della Aprilia, fabbrica di biciclette e motorini fondata dal padre, portandola, in pochi anni, a diventare la più grande produttrice europea di motociclette. Ne seguirono decine di titoli mondiali, l’affermazione di piloti come Biaggi e Rossi e la produzione di mezzi sempre più originali, come la Pegaso 600, primo enduro stradale, o la sportiva due tempi RS 250 mentre sul fronte ciclomotori la Casa di Noale rivoluzionò il mercato con lo Scarabeo 50 e lo SR 50. Cosa accadde dopo? Vi rimandiamo al libro, 248 pagine di una storia italiana da scoprire e sfogliare con il supporto di 250 immagini.
Il volume “Ivano Beggio. La mia Aprilia”, ZeL Edizioni, è in vendita a 25 euro (prezzo volto a coprire le spese di realizzazione delle 2.000 copie, senza alcun lucro) sul sito ivanobeggio.com e disponibile sulle piattaforme Apple, Google Kindle.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Voge Brivido 500R, la naked a meno di 5.000 euro

Muscle bike, che passione! – Quando le superbike erano nude

Vespa Elettrica premiata al Compasso d’Oro 2020