KTM 1050 Adventure

È l’anello mancante tra le monocilindriche 700 e le grosse 1200, la 1050 Adventure è l’enduro di mezzo secondo KTM. Arriva con 95 cv, solo 212 kg una buona dotazione di serie e la promessa di non essere meno appagante da guidare rispetto alle sorelle maggiori

La crescita continua di KTM non poteva prescindere da un completamento di una gamma stradale che ormai si sta facendo sempre più completa, dopo essersi allargati verso il basso con le “piccole” 125 e 390, e verso l’alto con le 1290, ora è il momento di pensare a ciò che sta in mezzo ai due estremi. Segmento questo importantissimo per numeri e varietà di modelli ma che KTM sta presidiando ormai da un po’ di anni con le sole monocilindriche 700, troppo poco per un marchio che ha ambizioni di crescere ancora.In effetti, il buco in gamma tra le monocilindirche e le 1200 era un po’ troppo ampio e se erano in molti (sottoscritto compreso) ad aspettarsi l’arrivo di nuove moto bicilindriche con motore da 750 cc o giù di li (la cilindrata unitaria delle 390 è 373 cc, unite due cilindri cosa ne esce?), KTM invece ha pensato di “liofilizzare” il motore 1200. Meno cilindrata, (1050 cc) 95 cv di potenza, peso ridotto a 212 kg e una dotazione elettronica semplificata sì, ma manco tanto visto che la 1050 Adventure può ancora contare sul Ride By Wire, e di conseguenza sui Ride Mode (Sport, Touring Rain) che cambiano il carattere del motore e adattano di conseguenza i livelli di intervento del Traction Control, di serie come l’ABS a due canali.La base ciclistica è quella della incredibile 1290 Super Adventure, con il telaio a traliccio in tubi di acciaio e lo scenografico forcellone di alluminio con nervature esterne (un marchio di fabbrica per KTM ormai) accoppiato alle immancabili sospensioni WP (la forcella non è regolabile) e ai freni Brembo con le ruote che in questo caso sono in lega e non a raggi, ma mantengono le misure classiche 17-19 pollici. Insomma la 1050 Adventure può essere giudicata in due modi: una media leggermente cresciuta (e sarà disponibile anche per i patentati A2) oppure una maxi leggermente ridotta in entrambi i casi sembra essere in grado di soddisfare il suo utente tipo rientrando tra l’altro in quel gruppo di moto che hanno i numeri (100 cv o giù di li 200 kg o giù di li) per offrire la massima soddisfazione di guida su strada. Sarà il prezzo a farci capire quali potranno essere le concorrenti della KTM 1050 Adventure, sempre che ce ne siano…