Mika Ahola retired!

Un fulmine a ciel sereno spezza la quiete prima dell’inizio della nuova stagione dell’enduro mondiale. Mika Ahola si ritira!

3 gennaio 2012 - 14:01

Mika Ahola saluta il mondo dell’enduro mondiale dopo aver conquistato tutto quello che un pilota agonista possa desiderare: cinque titoli consecutivi dal 2007 al 2011 in tutte le categorie con il team Zanardo e sette titoli assoluti nelle trasferte dell’ISDE ovvero nelle 6 giorni.

L’info arriva negli uffici dell’organizzazione del mondiale enduro tramite una lettera aperta in cui il pilota finlandese semplicemente comunica che il suo percorso nella specialità del tassello targato è finito.

Mika Ahola – “All’età di 37 anni e dopo 21 anni di competizioni ho preso la decisione, dopo una lunga analisi, su quello che debba essere il mio futuro. Ho ottenuto tutto quello che ogni pilota possa desiderare dal punto di vista dei risultati e che mai avrei pensato di conquistare quando ho iniziato a correre. Prima di tutto ho vinto tutto il possibile in Finlandia diventando il pilota più forte di sempre sulla neve e soprattutto sono contento di aver iniziato a vincere titoli mondiale nel momento in cui un pilota si ritira. Le mie ambizioni sportive sono completamente soddisfatte e sento che è arrivato il momento di guardarmi intorno e vedere cosa il mondo sia in grado di offrirmi oltre le competizioni. Ringrazio tutti quelli che mi hanno supportato nella mia carriera e tutti i piloti con cui ho gareggiato.”

Qualche dubbio, lo scorso autunno, ci è venuto soprattutto quando Ahola ha deciso di abbandonare un team vincente per dedicarsi allo sviluppo della JotaGas, un progetto motociclistico nuovo in un team altrettanto nuovo.  Forse qualche perplessità dopo un iniziale entusiasmo può essersi insinuato e così Mika ha deciso di lasciare la grande carovana dell’Enduro mondiale. Mika Ahola è e rimane, nonostante le sue origini, uno dei piloti più simpatici di tutto il paddock, indimenticabili i duetti comici con Antonie Meo durante le ricognizioni del percorso e nei trasferimenti prima delle prove speciali. Ora si cercano eredi al trono!

Conoscendo la sua passione per gli sport subacquei non ci stupiremmo di trovarlo in Tailandia a fare l’istruttore in qualche resort.

Da parte della redazione un gigantesco in bocca al lupo per il suo futuro.

Calendario WEC 2012

GP del Chile       Talca 24-25 marzo

Gp Argentina    San Juan 31 marzo- 1 aprile

Gp Spagna          Munitibar 05-06 maggio

Gp Portogallo    Torres Vedras 12-13 maggio

Gp Italia              Castiglion Fiorentino 30 giugno-01 luglio

Gp Svezia            Karlsborg 25-26 agosto

Gp Finlandia      01-02 settembre Heinola

Gp Francia          20-21 ottobre Brignoles

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Horus e Flyon by Caberg

Le migliori moto 125 presentate a EICMA 2019

EICMA 2019, tutti i numeri