Le due ruote sono di moda? Pare proprio di si, e dopo i recenti exploit di Smart e Mini su due ruote (ma in questo caso si parla di scooter elettrici) anche il gruppo Volkswagen pare voglia dire la sua. Non è la prima volta che si parla di un interessamento di VW alle moto, anzi a dirla tutta se ne parla da talmente tanto tempo che prima o poi qualcosa di concreto dovrà pur succedere, anche per la passione per le due ruote di Ferdinand Piech, numero uno di VW che non ha mai nascosto i propri interessi verso le moto. Fatto sta che le voci sulla possibile nascita di una moto Volkswagen (o Audi) tornano di tanto in tanto alla ribalta, questa volta sono accompagnate dal rendering di un prototipo ipotizzato dal designer Garvin Harvey.

C’è da stupirsi? non più di tanto soprattutto osservando i movimenti degli ultimi tempi con molte “invasioni di campo” nel mondo delle due ruote da parte dei colossi dell’auto. Agli ultimi saloni abbiamo visto scooter marchiati Smart e Mini, il gruppo Volkswagen ha acquistato quote della Suzuki. Non basta? La moto tedesca Horex monta un motore a V strettissima figlio dei progetti Volkswagen e il motore della Harley VRod è stato sviluppato dalla Porsche. Insomma, la cosa non appare così incredibile.

La “prima” di Audi tra le due ruote Harvey l’ha immaginata così, supersportiva come del resto è nel DNA del marchio dei quattro anelli. Nome in codice RB-1200 S. Per costruirla, si ipotizza un ampio ricorso ad alcune componenti della Audi R8, con fari a LED e carenature in fibra di carbonio. Certo ha lavorato molto di fantasia ma si sa, che certe volte i sogni (di Piech) si avverano.