SBK 2014, i 10 perché di Sepang

A Sepang Marco Melandri è riuscito finalmente a vincere con l’Aprilia. Ma non solo, il ravennate, in Malesia, ha colto la prima doppietta della sua carriera nel Mondiale Superbike, dopo aver corso due gare in rimonta. Ecco i dieci perché del sesto round del mondiale Superbike.

9 giugno 2014 - 7:06

1 – Perché Marco Melandri ci ha messo tanto a vincere con l’Aprilia? Perché il team ha dovuto lavorare molto sulla RSV4 per adattarla alle esigenze dell’italiano. Adesso Marco è tornato!

2 – Perché le Aprilia sono state così veloci a Sepang? Perché il team ha potuto beneficiare dei dati della gara dello scorso anno della ART guidata da Aleix Espargarò ed è partito subito col piede giusto. Inoltre le caratteristiche del tracciato, con due lunghi rettilinei, hanno esaltato le caratteristiche della RSV4.

3 – Perché Loris Baz ha buttato a terra Sykes e Lowes? Perché all’ingresso della prima curva si è trovato fianco a fianco Alex Lowes. Per evitare di toccarsi lo ha guardato e quando ha fatto il cambio di direzione si è trovato in rotta di collisione con Sykes. Ha frenato, ma è caduto travolgendo il campione del mondo.

4 – Perché Eugene Laverty è tornato sul podio? Perché mancavano Tom Sykes e Loris Baz, altrimenti per l’irlandese sarebbe stata molto dura.

5 – Perché Davide Giugliano, dopo esser partito dalla prima fila, ha fatto due gare opache? Perché domenica mattina si è svegliato con 40° di febbre e non ha potuto guidare come avrebbe voluto. Inoltre, in gara 1, ha perso parecchie posizioni dopo il botto innescato da Baz.

6 – Perché in gara 1 David Salom è stato per un po’ vicino alla Top 5 con una EVO? Perché è stato bravo e fortunato a guadagnare posizioni importanti dopo la caduta di gruppo della seconda curva.

7 – Perché Tom Sykes ha fatto un podio in gara 2 con la mano destra che è probabilmente rotta? Perché è un combattente. Ha stretto i denti e corso col cuore in mano. È un campione del mondo vero.

8 – Perché Rea ha faticato anche a Sepang? Perché il caldo ha creato a tutti parecchi problemi di grip e la Honda, quando l’aderenza è precaria, fatica ancora parecchio. Il nordirlandese però è stato protagonista di una gran rimonta in gara 1. Per evitare l’incidente al via è stato costretto ad uscire di pista. Ripartito dall’ultima posizione è riuscito a tagliare il traguardo in sesta piazza.

9 – Perché hanno interrotto gara 2 che, una volta ripartita, è stata accorciata di molti giri? Perché la MV di Claudio Corti ha rotto il motore. Al nuovo via la gara è stata accorciata di un terzo come da regolamento. Ecco perché sono stati disputati solo dieci giri.

10 – Perché Geoff May non è partito in nessuna delle due gare con la EBR? Perché in Malesia il team aveva finito i motori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Harley-Davidson Softail
il mondo si evolve

Honda Africa Twin Tour 2020

Honda Africa Twin Tour 2020
destinazione Balcani

Askoll scooter promozione 2020

Askoll
l’elettrico in promozione a Tasso Zero