SBK 2014, i 10 perché di Misano

In Italia Tom Sykes avrebbe dovuto essere in difficoltà e invece ha dominato, allungando in campionato nei confronti delle Aprilia. La Ducati, che avrebbe dovuto essere protagonista, ha invece faticato, così come Rea e la Honda. Ecco i dieci perché del settimo round del Mondiale Superbike

22 giugno 2014 - 22:06

1 – Perché Tom Sykes ha dominato nonostante il polso destro infortunato? Perché la Kawasaki, a Misano, era una spanna sopra le altre. Ed inoltre il campione iridato ha una capacità incredibile nel riuscire ad ottenere risultati notevoli nei momenti di difficoltà.

2 – Perché le Aprilia, che a Sepang hanno dominato, hanno preso la paga? Perché Misano è un tracciato stop and go e la migliore accelerazione della Kawasaki, che riesce a scaricare meglio i cavalli sull’asfalto rispetto alla RSV4, ha dato alle ZX-10R un netto vantaggio fuori dalle curve lente.

3 – Perché Melandri non è riuscito a superare Baz in gara 2? Perché un altro punto forte della Kawasaki è il grip al massimo angolo di piega. Grazie a questo il francese riusciva a guadagnare qualche metro nel misto, in modo da essere al riparo dagli attacchi dell’italiano.

4 – Perché Guintoli è stato così opaco, soprattutto in gara 1? Perché in gara 1 ha sbagliato la scelta della gomma posteriore e in gara 2 ha commesso qualche errore che gli ha fatto perdere contatto con il compagno di squadra.

5 – Perché Davide Giugliano è stato costretto a passare dai box in gara 2? Perché in partenza nel cercare il punto d’attacco della frizione, la sua Ducati si è mossa si qualche centimetro facendolo incorrere in una partenza anticipata.

6 – Perché in gara 1, invece, non è stato proprio protagonista? Perché come Guintoli ha scelto una gomma non adatta alle condizioni dell’asfalto.

7 – Perché Elias, dopo due partenze incredibili, ha perso contatto con i primi? Perché al via è sempre stato molto rapido ma anche in gara ha accusato gli stessi problemi l’anteriore che lo hanno rallentato per tutto il weekend.

8 – Perché Rea è stato praticamente assente nelle due gare? Perché il suo team non è riuscito a risolvere i problemi di freno motore che lo hanno messo in crisi sin dal primo turno di prove.

9 – Perché Laverty non è stato protagonista dopo il podio di Sepang? Perché in gara 1 si è infortunato nuovamente alla caviglia destra, già martoriata durante i test con la MotoGP.

10 – Perché May è partito dalla pit lane in entrambe le gare? Perché ha finito gli 8 motori disponibili da regolamento ed il suo team ne ha montato uno nuovo, il nono, con conseguente penalizzazione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Honda Africa Twin Tour 2020

Honda Africa Twin Tour 2020
destinazione Balcani

Askoll scooter promozione 2020

Askoll
l’elettrico in promozione a Tasso Zero

MV Agusta 98cc 75 anni

MV Agusta spegne 75 candeline