SYM: arriva una machimoto?

Ha la carrozzeria come un’auto, ma tre ruote e potrebbe piegare come l’MP3. SYM sembrerebbe interessata a entrare nel segmento delle “machimoto”, urban commuter che prendono il meglio dell’uno e dell’altro mondo.

8 dicembre 2011 - 14:12

Ok, è solo un disegno, per cui tutto può essere anche una bufala, ma i colleghi inglesi di Visordown sono sicuri che la cosa non sia così campata per aria visto che questo disegno “sfuggito” agli archivi SYM arriva da un ufficio brevetti.

E la cosa devo dire mi fa anche piacere. Perché? Perché nel mio commento al recente Eicma mi sono permesso di dare la sveglia ai costruttori di due ruote. La mobilità urbana è e soprattutto sarà il punto cardine su cui si convergeranno sia le Case moto, sia le Case auto. Una grandissima torta fatta di mezzi atipici un po’ auto un po’ moto di cui RED (che vuol parlare di motori in modo molto trasversale) parlerà spesso.

Ecco perché volevo dare la sveglia ai nostri amici che costruiscono moto, perché all’Eicma mi aspettavo di vedere più progetti e concept di questo tipo, progetti che invece non ho visto. Se arrivano prima i colossi che costruiscono auto (e i concept esposti al salone di Francoforte da Opel, Audi Volkswagen sono un esempio lampante) significa perdere una occasione d’oro. I mezzi urbani per la mobilità individuale del futuro saranno a 3 o 4 ruote, probabilmente biposto, corti e stretti saranno veicoli che tutti potenzialmente potranno costruire. E potranno essere vicini al mondo moto (come l’MP3) o al mondo auto (come questo SYM) Potremo guidare una Audi a tre ruote o una Yamaha a 4 ruote? Secondo me si.

L’MP3 è stato un esempio di genialità italiana, non è perfetto ma è un passo verso “l’anello di congiunzione” e dove è stato capito è ha venduto tantissimo. All’Eicma solo Marabese con il quadro e Peugeot (guardacaso un marchio che fa anche auto…)con il Metropolis si sono mosse in questo senso e adesso arriva questo disegno marchiato SYM. L’oggetto non ha un nome, ma l’intento del costruttore taiwanese appare piuttosto chiaro: costruire un mezzo che partendo dall’idea dell’MP3 offra però più protezione, soprattuto dagli urti, visto che il tetto non c’è, ma da quel che si intuisce il SYM sarebbe dotato di una specie di cellula di sicurezza.

Un ibrido in tutti i sensi, non tanto nella motorizzazione ma nel concetto costruttivo, visto che al posteriore (dal quel che si vede nel disegno) spunta un motore da scooter, e all’anteriore ci sono due ruote e il SYM in teoria dovrebbe basculare come l’MP3. I sedili sono da auto ma sono messi in tandem, ci sarà un volante o un manubrio? Mah… se l’idea avrà un seguito lo sapremo presto, tanto da quel che stiamo vedendo la strada ormai sembra essere segnata. O no?

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dunlop Trailmax Meridian, “globetrotter approved”

Ducati Monster 1200 S Black on Black

Ducati Monster 1200 S, Black on Black di nome e di fatto

Gamma Piaggio MP3, le promozioni di settembre