Sym Joymax 300i

Un tocco qua, uno là e un motore da quasi 30 CV: il Joymax 300i in versione 2012 è servito. Ruota più alta davanti e frenata combinata ancelle del nuovo propulsore

17 aprile 2012 - 15:04

Devono andare bene in città e non essere impacciati in tangenziale e autostrada. Essere un po’ mezzo da diporto, da carico ma anche da divertimento. Motorizzare utenti disposti a spendere qualcosa in più, ma non a svenarsi per uno scooter: la vita dei cosiddetti scooter “midi” è ingrata, eppure – per le aziende – sono proprio loro la chiave di volta. Imbroccare il modello giusto spesso significa monopolizzare il mercato o quasi (chiedere a Honda per credere) e, per converso, sbagliarlo significa pagare un dazio molto elevato.

Logico quindi che gli aggiornamenti di modelli che “devono fare i numeri” (e quindi piacere a un target il più ampio possibile) siano più incrementali che radicali: è il caso di Sym, che ha appena lanciato il model year 2012 del proprio Joymax, ruote basse di 300 cc. I cambiamenti rispetto al 300 EVO non sono, all’apparenza, molti. Eppure un occhio attento può notare una diversa conformazione della zona anteriore, con i gruppi ottici ridisegnati e gli indicatori di direzione che trovano ora posto sugli specchi retrovisori, anch’essi inediti.

La ruota anteriore è ora di 14″ anziché di 13″ come sul Joymax EVO: sulla carta, il nuovo Joymax dovrebbe lasciare qualcosa sul piatto in termini di agilità e avvantaggiarsi in stabilità. La frenata è combinata; il profilo dei dischi a margherita. Nuovo anche il propulsore: rispetto al 263 cc dell’EVO, capace di sviluppare 23 CV, l’unità del 300i guadagna 6 CV e 15 cc. Stando a Sym, il passo avanti per quanto concerne rumorosità e vibrazioni è elevato. Da registrare anche la cinghia di trasmissione a doppia dentatura, che promette una maggior durata.

Sul fronte-comfort, cambia la sella, regolabile su tre differenti posizioni; completano il quadro il consueto (per Sym) interruttore antifurto nel sottosella (ampio come da foto), la possibilità di regolare la ventilazione del tunnel centrale (utile in inverno, in tandem con una coperta paragambe) e la presa da 12V, che prevede anche una porta USB.

Il Joymax 300i sarà venduto a partire dal mese di maggio: il prezzo è di 4.450 euro franco concessionario. Tre i colori disponibili: bianco, nero e un grintoso grigio scuro opaco.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ecodolomites 2019

Sotto la lente – Nolan N70-2 X

Dunlop Trailmax Meridian, “globetrotter approved”