PUNTARE IN ALTO

Al Salone di Milano c’è chi punta in alto. Un esempio arriva da Sym che presenta un nuovo maxiscooter con ruote da 15”. Si chiama Sym Maxsym TL1 ed è un mezzo che arriva sul mercato con parecchie ambizioni. Adotta una meccanica evoluta e di alto livello, perché in questo segmento i compromessi non sono molto ben accetti. Non agitatevi però: non lo vedremo in strada prima del 2019.

NON BANALE

Oltre alla forme aggressive e slanciate, il nuovo Sym Maxsym TL1 adotta soluzioni tutt’altro che banali. Il motore è un bicilindrico frontemarcia raffreddato a liquido da 465 cc, con distribuzione bialbero e cambio automatico CVT (integrato nel motore) e trasmissione finale a catena. La soluzione è di tipo motociclistico, (come TMax e Kymco AK 500) e consente di liberare il forcellone da sgradevoli masse non sospese. È in grado di erogare 40 cv tra i 6.500 e i 7.550 giri. Il motore alloggia in un telaio perimetrale, mentre il reparto sospensioni sfrutta una forcella a steli rovesciati e un mono regolabile nell’idraulica e nel precarico. Non solo: essendo posizionato all’esterno e dotato di una particolare ghiera, può regolare l’altezza del retrotreno a seconda delle esigenze.

DULCIS IN FUNDO

A frenare il Sym Maxsym TL1 pensano due dischi da 275 mm lavorati da pinze radiali a 4 pistoncini, assistiti dall’ABS a due canali. A livello di ergonomia, la sella è a 800 mm da terra e sotto è in grado di contenere un casco integrale. Il serbatoio è più che sufficiente, 13 litri, e l’interasse è compatto: 1.550 mm. Non manca l’impianto luci full LED.