A due anni dal lancio, la Triumph Street Scrambler cambia per essere ancora più desiderabile e completa, soprattutto per quanto riguarda la dotazione tecnica. Il punto di partenza, infatti, è l’incremento di potenza del motore bicilindrico di 900 cc, che guadagna ben 10 cavalli per attestarsi a 65 (+18%), con la linea rossa che si sposta di 500 giri verso l’alto. La coppia massima dichiarata è di 80 Nm a 3500 giri, mentre il sound promette di rimanere quello pieno e corposo del precedente modello. Dotato di Ride By Wire, in questa rivisitazione il bicilindrico monta nuovi coprivalvole in lega di magnesio, albero a gomiti e contralberi alleggeriti al pari della frizione e del coperchio frizione.

 

MIGLIORA LA DOTAZIONE

Ad arricchire la dotazione provvedono la pinza freno Brembo anteriore a quattro pistoncini e le nuove cartucce per la forcella, con escursione di 120 millimetri. Ancora più significativa è l’introduzione delle modalità di guida Road e Rain, dotazione inedita nel segmento, nonché la possibilità di disattivare l’ABS e il controllo di trazione, per una guida offroad ancora più gratificante. Non mancano i LED per il gruppo ottico posteriore, la presa USB e l’immobilizer.

La strumentazione della Triumph Street Scrambler è stata rivista, come anche la finitura della sella, per offrire più qualità e un impatto estetico ancora più gratificante che in passato. Sono addirittura 120 gli accessori pensati per questo modello, senza dimenticare il kit Urban Tracker. Quest’ultimo è composto dal bauletto da 25 litri, dal silenziatore slip-on Vance & Hines, dal tappo olio nero con finitura CNC, dal manubrio anch’esso nero, dal kit piastra portanumero, dalla sella con nervature nere, dal kit manubrio dresser bar nero, dalla griglia e cornice faro anteriore e dal parafango anteriore di alta qualità, oltre che dal paracoppa.

COLORI PER TUTTI I GUSTI

La nuova Triumph Street Scrambler è proposta in tre varianti cromatiche, chiamate Fusion White, Cranberry Red e Khaki Green/Matt Aluminium, con linea jet black.