Michelin Pro4 Endurance 28C

Se ciascuno di noi potesse esprimere un desiderio sulla gomma perfetta, sicuramente la vorrebbe resistente alle forature. Nel caso dell'agonista non professionista, quindi senza ammiraglia al seguito, la foratura implica perdita di tempo, di ritmo e del gruppo; nel caso del semplice appassionato, si tratta pur sempre di una scocciatura...

10 dicembre 2014 - 20:12

Michelin ha voluto quantificare la diffusione di questo desiderio e, attraverso un sondaggio, ha calcolato che il 76% dei ciclisti ritiene la resistenza alle forature un requisito essenziale per lo pneumatico ideale.

A questo punto non restava altro che mettersi al lavoro e progettare un prodotto che si avvicinasse il più possibile a questo prototipo. Il risultato del lavoro dei tecnici di Clermont-Ferrand è un’evoluzione del già apprezzato PRO4 Endurance, o meglio la sua versione oversize da 28 mm.

Sviluppato per i ciclisti che privilegiano la longevità, il PRO4 Endurance offre prestazioni e protezione. Risponde ai bisogni di professionisti e cicloamatori, offrendo prestazioni ottimali in termini di resistenza alle forature, durata chilometrica e di aderenza.

Grazie alla tela di rinforzo che aumenta la resistenza alle forature del 40%, questo pneumatico associa alte prestazioni e durata chilometrica. Queste qualità sono il risultato di due tecnologie:

  1. Battistrada bi-mescola (Bi-Compound) sviluppato per massimizzare la resistenza all’usura e l’aderenza in curva. La mescola posizionata ai lati offre un livello di aderenza ottimale sul bagnato, mentre la mescola al centro, più dura, offre maggiore resistenza all’usura e alle aggressioni.
  2. L’associazione della carcassa 3×110 TPI e della tela di rinforzo posizionata da cerchietto a cerchietto (HDProtection Bead2Bead) ottimizza la resistenza alle forature e contribuisce alla notevole resistenza dello pneumatico.

La nuova misura da 28 mm arriverà a gennaio 2015 e avrà le stesse prestazioni delle altre sezioni della gamma (700x23C e 700x25C) in termini di aderenza, durata chilometrica e resistenza alle forature. Noi però ne abbiamo già fra le mani una coppia fresca di fabbrica e a breve la metteremo alla prova per raccontarvi come si comporta sul campo.

Grazie a un maggiore volume d’aria e a una pressione minima di 4 bar (contro i 5 per la sezione da 25 mm e 6 per la sezione da 23 mm), la sezione da 28 mm conferisce allo pneumatico maggiore polivalenza su tutti i tipi di superficie: asfalto liscio o granuloso, ghiaino o pavé, migliorando nello stesso tempo il comfort.

Inoltre, a velocità e pressione di gonfiaggio equivalenti, la sezione da 28 mm, dal profilo più piatto, migliora la resistenza al rotolamento, necessitando di meno energia rispetto allo pneumatico in versione 23 mm.

Se volete consigli per il montaggio e informazioni tecniche, potete seguire i video tutorial Michelin.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dunlop Trailmax Meridian, “globetrotter approved”

Gli pneumatici Michelin protagonisti di Gran Turismo Sport 

Dunlop si fa in 3