Benelli Leoncino 800 e 800 Trail

Non si arresta l’offensiva della Casa di Pesaro che allarga la gamma delle sue modern classic sfruttando la nuova piattaforma che ha nel bicilindrico in linea da 754 centimetri cubi il suo cuore pulsante

5 novembre 2019 - 15:30

CRESCE LA DOTAZIONE

Leoncino cresce quindi di cilindrata e diventa una moto molto matura, anche dal punto di vista della dotazione. Se le Benelli sono sempre state molto attente al Value for Money, con la Leoncino i Pesarocinesi hanno spinto un po’ di più sulla componentistica, dimostrando una crescita anche tecnologica interessante. Il telaio è a traliccio in acciaio ed è abbinato a sospensioni Marzocchi con la forcella che ha steli da ben 50 mm. Brembo firma le pinze radiali.

TWIN DA 81 CV

Il motore ovviamente in comune tra le due versioni eroga in questa configurazione 81,6 cv a 9.000 giri con una coppia di 6,8 kgm a 6.500 giri. Le due versioni si differenziano per il posizionamento dello scarico (basso sulla Leoncino 800, alto sulla Trail), per il diametro ruote (17-17 per la Leoncino 17-19 per la Trail) e per l’escursione delle ruote che passa dai 130 mm per la Leoncino 800 ai 140 mm della Trail che fanno lievitare l’altezza della sella da 800 a 818 mm. Immancabile ormai la strumentazione TFT. Arrivo sul mercato? Seconda metà del 2020.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Torna il Trofeo Derapage Vent dedicato ai giovani piloti

Horus e Flyon by Caberg

Le migliori moto 125 presentate a EICMA 2019