Alfa Romeo Stelvio 6C Villa d’Este e GT Junior, le “specialissime”

Alfa Romeo celebra la propria storia con due serie limitate, che rappresentano però anche un ponte verso il futuro

La sfida è di quelle da far tremare i polsi: qualcosa che l’Alfa Romeo dell’epoca Marchionne ha iniziato con la Giulia, ha rilanciato con la Stelvio, ma che non è riuscita al 100%. Le due auto hanno infatti riscosso un enorme successo nella considerazione di appassionati ed esperti di settore per quello che riguarda le doti dinamiche. Non altrettanto si può dire però su un aspetto oggi imprescindibile, anche se ti chiami Alfa Romeo: l’infotainment.

Risultato: i numeri di vendita non hanno mai spiccato il volo; nel caso della Giulia, in verità, anche e soprattutto a causa di una tipologia di carrozzeria – berlina a 3 volumi – oggi di nicchia. L’accordo tra FCA e PSA, che ha portato alla nascita di Stellantis, dà però accesso al Biscione a tecnologie al passo coi tempi, che vedremo sulle Alfa Romeo tra poco: sulla Tonale.

Tornando a oggi, Alfa Romeo guarda al futuro con ottimismo, sulla base di un piano prodotto articolato, rimanendo radicata alla propria storia e ai propri valori. Tutto questo, per ora, prende la forma delle versioni speciali e in edizione limitata “Villa d’Este” e “GT Junior” per Giulia e Stelvio, detto che nel nostro Paese verrà venduta solo la seconda. A proposito: se siete interessati non aspettate, perché della Stelvio 6C Villa d’Este sono disponibili solo 85 esemplari; la Stelvio GT Junior verrà venduta invece fino a fine 2021.