Alpina B5 Biturbo: 600 cv per berlina e wagon

Grazie al preparatore ufficiale BMW, il V8 4.4 biturbo a iniezione diretta di benzina di 550i eroga 600 cv e 800 Nm di coppia. La versione famigliare colma il vuoto lasciato da M5 Touring, non più in gamma.

2 dicembre 2015 - 9:12

BMW non ha più in gamma l’M5 Touring? Niente paura: ci pensa Alpina, tuner ufficiale della Casa di Monaco, a colmare il vuoto realizzando una wagon, e al contempo una berlina, da 600 cv su base Serie 5.

Sotto il cofano pulsa il V8 4.4 biturbo a iniezione diretta di benzina condiviso con M5 ed M6 – sebbene nello step da 449 anziché 560 cv – caratterizzato da iniettori piezoelettrici con pressione massima d’esercizio di 200 bar, fasatura variabile lato aspirazione e scarico, recupero dell’energia in frenata, disaccoppiamento del compressore del climatizzatore quando non in uso, portata variabile della pompa del carburante e collocazione dei turbocompressori, così come dei catalizzatori, tra le bancate, onde permettere un’inusuale declinazione della tecnologia twin scroll, dato che ciascuno dei 4 collettori di scarico trae origine da entrambe le bancate. Grazie agli interventi della Factory di Buchloe, il V8 raggiunge i 600 cv, mentre la coppia passa da 450 a 800 Nm.

L’iniezione di grinta – legata principalmente alla sostituzione dei pistoni originali con componenti in alluminio forgiato di diverso profilo, all’adozione di condotti d’aspirazione dall’andamento maggiormente rettilineo, alla rimappatura della centralina e all’incremento della pressione di sovralimentazione – porta in dote, nel caso delle berlina, uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi contro i 4,4 secondi della vettura originale a trazione integrale (550i xDrive) e i 4,3 secondi appannaggio di M5. Un dragster! La velocità massima raggiunge i 328 km/h.

Il V8 4.4 biturbo lavora in abbinamento alla nota trasmissione automatica a 8 marce ZF del tipo mediante convertitore di coppia, adattata nell’elettronica dalla Factory di Buchloe, mentre la dotazione di serie include il differenziale autobloccante meccanico e le sospensioni adattive ricevono una taratura specifica. In aggiunta, il camber, ovvero la campanatura delle ruote, viene adattato in modo da ottenere un comportamento maggiormente sovrasterzante. Imperdibile, tra gli optional, lo scarico Akrapovic in titanio – garantisce un risparmio di peso quantificabile in 17 kg – e l’impianto frenante maggiorato forte di dischi autoventilanti anteriori da 374 mm di diametro e posteriori da 370 mm. Prezzi, in Germania, da 108.600 euro per la berlina e da 111.900 euro per la wagon.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroen C3 2021 rossa movimento

Citroën C3 restyling, come cambia e come va l’edizione 2021 – La prova

Subaru Forester 4Dventure1899

Subaru Forester 4Dventure, altro che SUV

BMW #ElectrifYou

BMW ibride plug-in ed elettriche in prova a Milano, Napoli, Bologna e Firenze