Ariel Nomad: il buggy è da corsa

Derivato dalla track car Atom, il buggy inglese può contare su di un peso piuma e un 2.4 Honda da 238 cv. Scatta da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi. Costa (solo) 23.500 euro.

Furiosa. Sfrontata. Violenta. Ariel Atom – vera e propria Formula omologata per l’utilizzo stradale – è da sempre membro indiscusso d’una categoria a parte, un club elitario al quale appartengono solo pochi soci quali Caterham CSR, Lotus 2-Eleven, Radical SR8 e, sebbene più “addomesticata”, KTM X-Bow. Ora, però, cambia pelle…ArielNomad-007… o meglio carattere, dato che il telaio tubolare resta, da tradizione, costituito da un originalissimo esoscheletro in acciaio succintamente rivestito con pannelli in fibra di vetro intercambiabili, mentre lo schema delle sospensioni prevede dei classici bracci triangolari sovrapposti sia all’avantreno sia al retrotreno. Nessuna traccia degli ammortizzatori stradali di tipo push-rod, vale a dire con puntoni diagonali che lavorano in compressione, sostituiti da più comuni componenti Bilstein abbinati a molle Eibach. Ciò che cambia radicalmente rispetto alla “sorella” stradale è la vocazione, ora off road al 100%. Alle spalle del guidatore pulsa un 4 cilindri 2.4 16V a fasatura variabile di derivazione Honda Accord, in grado di erogare 238 cv e 300 Nm di coppia a fronte di un peso contenuto in 670 kg. Valore, quest’ultimo, a dir poco eccezionale, favorito dalla presenza di sedili integralmente in fibra di carbonio e garante di un rapporto peso/potenza di 2,81 kg/cv. Ne conseguono uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi e una velocità massima di 201 km/h.ArielNomad-0104WD? No grazie. La Factory inglese segue le orme dei prototipi Schlesser e Peugeot impiegati nella Dakar, puntando tutto sulla leggerezza e sulla trazione posteriore. Il cambio manuale a 6 rapporti è un classico, mentre ciò che stupisce maggiormente sono gli angoli di attacco e uscita pari rispettivamente a 71° e 82°. Valori in grado di far impallidire anche le fuoristrada specialistiche. A cosa serve? A divertirsi. Nulla di più. Obiettivo cui contribuisce il prezzo da utilitaria: 23.500 euro.