Audi A3 clubsport quattro concept: tuning ufficiale

La show car degli Anelli è lontana parente di S3 Sedan. Adotta il noto 5 cilindri 2.5 turbo a iniezione diretta di benzina derivato da TT RS Plus e portato a 525 cv (!). Scatta da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi: una prestazione monstre. Debutta il freno aerodinamico

«I 300 cv della S3? Me li bevo a colazione!». Parola di A3 clubsport quattro concept. La show car Audi, realizzata su base S3 Sedan e svelata in occasione del Wörthersee Tour 2014 – il più importante raduno al mondo dedicato agli appassionati dei marchi Audi/VW – attinge a piene mani da TT RS e insidia persino la supercar R8.

Rinnegato il 4 cilindri 2.0 turbo a iniezione diretta di benzina da 300 cv appannaggio di S3, la concept degli Anelli adotta il rabbioso 5 cilindri in linea 20V turbo di 2.480 cc originariamente appannaggio di TT RS Plus ed RS3 Sportback (della precedente generazione) nonché dell’attuale Q3 RS. Unità, secondo tradizione, corredata di distribuzione a doppio albero a camme in testa con variatori di fase a regolazione idraulica, iniezione diretta di benzina e turbocompressore a gas di scarico. Quest’ultimo assistito da un intercooler maggiorato nonché forte di una pressione massima di sovralimentazione innalzata da 1,2 a 1,5 bar così da erogare 525 cv e 600 Nm (61,2 kgm) di coppia anziché gli originari 360 cv (step appannaggio di TT RS Plus) e 465 Nm (47,4 kgm).

Complici la trazione integrale permanente quattro, la trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti e la funzione launch control, la show car Audi scatta da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e raggiunge i 310 km/h. Prestazioni monstre, incomparabili rispetto a S3 Sedan standard – accreditata di 5,3 secondi e 250 km/h – e in grado di far tremare persino la supercar R8 5.2 FSI V10 Plus quattro – forte di 3,8 secondi e 319 km/h –, mossa da un 10 cilindri a V di derivazione Lamborghini da 550 cv e 540 Nm (55,1 kgm). E il sound? Travolgente grazie al sistema d’aspirazione diretta e allo scarico dai valori di retropressione minimi. Cambiano anche l’assetto, ribassato di 10 mm rispetto a S3, la taratura – irrigidita – di molle e ammortizzatori e l’impianto frenante, forte di dischi carboceramici anteriori da 370 mm di diametro e posteriori da 340 mm. Tanti affinamenti e… un debutto eccellente: il freno aerodinamico all’estremità del baule. In caso di brusca decelerazione dalle alte velocità, lo spoiler fuoriesce grazie a un comando elettrico e muta la propria incidenza contribuendo alla riduzione degli spazi d’arresto (sino a -12 metri da 250 km/h).