Audi A7 Sportback 3.0 TDI competition: l’apice del td

La berlina coupé degli Anelli adotta il fiore all’occhiello della gamma td Audi, ovvero il V6 3.0 TDI biturbo portato da 320 a 326 cv. Scatta da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi e percorre mediamente oltre 16 km/l. Costa 72.000 euro

25 anni di TDI Audi condensati in un unico propulsore. 25 anni d’esperienza celebrati con una sola vettura: A7 Sportback 3.0 TDI competition. La berlina coupé che non ha nulla da invidiare alle versioni RS.

Cuore della vettura è il noto V6 3.0 TDI sovralimentato mediante due turbocompressori in serie, ovvero mediante una turbina di minori dimensioni – attiva ai bassi regimi – e una più grande che interviene quando è richiesta la massima potenza. Potenza che, rispetto allo standard, passa da 320 a 326 cv, laddove la coppia si attesta a 650 Nm (66,3 kgm) così da garantire uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi e scavare un solco rispetto alla rivale diretta Mercedes-Benz CLS 350 CDI (265 cv e da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi), sopravanzando al contempo BMW 640d xDrive Gran Coupé (313 cv e da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi). A fronte, oltretutto, di una percorrenza media di 16,4 km/l.

Da tradizione, la trazione è integrale permanente e il cambio un tradizionale automatico a 8 marce Tiptronic del tipo mediante convertitore di coppia. A7 Sportback 3.0 TDI competition è dotata di serie del pacchetto tecnico S line che porta in dote assetto ribassato di 20 mm, cerchi in lega da 20 pollici dal design specifico abbinati a pneumatici 265/35 e interni in pelle Valcona. Immancabile il sistema Audi Drive Select che influisce sull’erogazione del propulsore, sui punti d’innesto della trasmissione, sulla servoassistenza dello sterzo elettromeccanico e sul differenziale sportivo. Costa 72.000 euro.