Audi Q2 restyling

Audi Q2, Matrix LED e tanta tecnologia in più

Rivista leggermente nel design, si rinnova soprattutto nei contenuti hi-tech

2 settembre 2020 - 11:32

Per il momento, è più unica che rara: BMW e Mercedes, cioè le rivali di sempre, non hanno mai risposto alla Q2, che per dimensioni (4,21 metri di lunghezza) si può inserire tra i B-SUV. Un segmento molto affollato ma di cui la Q2 rappresenta l’unica alternativa premium. Seppur “monopolista di fatto”, la tedesca non sfugge alla regola del 4. Di cosa si tratta? Degli anni di carriera che inevitabilmente portano a un restyling. L’auto sarà nelle concessionarie nel corso del quarto trimestre di quest’anno.

Piccola crescita nelle dimensioni

La matita dei designer ha reso il design della Q2 più squadrato, tagliente, oltre ad aver portato a un leggero aumento delle dimensioni: +2 cm in lunghezza (4,21 in totale), 1,79 metri di larghezza e 1,54 metri di altezza. A risaltare, soprattutto, sono soprattutto i gruppi ottici. I proiettori a LED sono ora di serie, mentre i proiettori anteriori Matrix LED e posteriori a LED (con indicatori di direzione dinamici) sono disponibili come optional, a eccezione della versione Business plus che include questo sistema d’illuminazione nel primo equipaggiamento.

Per chi non lo sapesse, la tecnologia Matrix LED prevede sette LED singoli, integrati in un modulo condiviso, che emettono un fascio abbagliante adattivo. In questo modo, la carreggiata viene illuminata alla massima potenza, senza però abbagliare gli altri utenti della strada. In che modo? La telecamera anteriore rileva il traffico e il sistema di gestione disattiva selettivamente alcuni segmenti luminosi (crea dei “coni d’ombra), lasciando attivi gli altri a beneficio del comfort e della sicurezza di guida.

Colori inediti per il marchio

Il rinnovamento della Q2, in Audi hanno voluto comunicarlo anche a livello cromatico. Fra le 5 nuove tinte per la carrozzeria, spicca senza dubbio la tonalità verde Mela, che costituisce una prima assoluta per Audi. Entrano nel ventaglio delle possibilità anche grigio Manhattan, blu Navarra, grigio Zinco e blu Turbo.

I rivestimenti in corrispondenza dei montanti posteriori sono – di serie – in tinta con la carrozzeria oppure in nero brillante, grigio Manhattan e argento selenite in funzione degli allestimenti. Di serie, la verniciatura a contrasto prevede elementi in nero zigrinato per la variante d’ingresso, in grigio Manhattan per la versione Admired Advanced e in tinta con la carrozzeria per gli allestimenti S line edition e Identity Black.

Nuovi rivestimenti e più connettività

Dentro, dal punto di vista dei materiali la novità è rappresentata dai rivestimenti in microfibra Dinamica, che sostituiscono l’Alcantara. Gli upgrade più importanti, però, sono quelli tecnologici: il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch offre ora uno schermo più ampio rispetto al precedente, da 8,3 anziché da 7 pollici.

Novità del restyling è anche la previsione di serie, sin dalla versione d’ingresso, dei servizi Audi connect Remote & Control che forniscono informazioni utili sulla vettura, collegandola allo smartphone tramite l’app myAudi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dacia e Udinese Calcio, la partnership si rinnova

Volkswagen ID.4 in movimento gialla tre quarti anteriore

Volkswagen ID.4 contro Tesla Model Y e gli altri SUV elettrici

BMW Why Buy EVO

BMW Why-Buy Evo, guidare una BMW senza comprarla è ancora più facile. Ecco perché