Audi Q5 restyling, le 5 novità più importanti per “attaccare” BMW X3 e Mercedes GLC

3 luglio 2020 - 7:34

Novità importanti – non solo di design – dietro: arrivano infatti i fari OLED, cioè con diodo organico. In pratica, ogni gruppo ottico della Q5 è diviso in tre parti, ognuna delle quali è a sua volta divisa in sei parti. Queste 18 componenti distinte possono illuminarsi indipendentemente dalle altre. Un dettaglio che ha permesso agli ingegneri della luce di Audi di creare diversi design e firme luminose differenti. Il tutto, a partire dal medesimo hardware.

E se state pensando che si tratti della classica trovata di marketing, vi sbagliate. È vero, c’è una parte “ludica”: nelle diverse modalità di guida varia il design della firma luminosa. C’è anche, però, un aspetto ben più importante: il gruppo ottico, dotato di sensori di prossimità, può per esempio lanciare messaggi a chi dovesse seguire troppo da vicino l’auto.

Ispirata alla Q8

Luci OLED

Amazon Alexa in auto

Si parte dal TDI mild hybrid

Lievi modifiche al design d’interni

Commenta per primo