Audi R8 e-tron piloted driving: io guido da sola

La seconda generazione della supercar elettrica tedesca porta al debutto il sistema di guida autonoma destinato nel 2017 alla nuova ammiraglia A8.

Fa tutto da sola. E non è un modo di dire. La concept Audi R8 e-tron piloted driving porta al debutto il sistema di guida autonoma che, dal 2017, verrà adottato dall’ammiraglia A8.FahraufnahmeForte di 460 cv e ben 920 Nm di coppia erogati da due motori elettrici, R8 e-tron è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi a fronte di un’autonomia di 450 km. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h. Più che le prestazioni pure, però, ciò che colpisce maggiormente è la concretezza della tecnologia Audi. Sino ad ora, infatti, la guida autonoma appariva un obiettivo lontano nel tempo, riservato a veicoli futuristici e di là da venire. Ora, invece, con la nuova R8 e-tron piloted driving si parla di un orizzonte “terribilmente” prossimo; vale a dire il 2017. 2017 che vedrà inoltre la diffusione del Combined Charging System (CCS), dispositivo che permette di ricaricare R8 e-tron con corrente continua o alternata, rigenerando le batterie in meno di 2 ore.StandaufnahmeLa centralina elettronica cui è demandata la gestione della guida autonoma è la medesima impiegata dalla show car Prologue presentata in occasione del CES (Consumer Electronics Show) di Las Vegas, dalla A7 che ha viaggiato per 900 km da San Francisco al Nevada e dalla RS7 che ha stupito percorrendo alcuni giri senza pilota lungo il circuito di Hockenheim. Audi presenterà ufficialmente l’R8 e-tron piloted driving in occasione del CES Asia 2015, il più grande Salone d’Oriente dedicato all’elettronica di consumo, trasferendo gli invitati VIP grazie alla supercar elettrica. Frenate, accelerazioni e cambi di corsia saranno totalmente affidati all’elettronica e all’interazione di radar, telecamere, sensori e laser.