Audi RS5 Coupé: un cuore nuovo

8 marzo 2017 - 9:03

È la capostipite del nuovo design Audi Sport. L’Audi RS5 Coupé, al debutto in occasione del Salone di Ginevra, stupisce per grinta e prestazioni, forte di un inedito V6 2.9 TFSI da 450 cv e 600 Nm di coppia.


Trazione integrale quattro
Sportiva, gran turismo oppure supercar? Con una potenza massima di 450 cv, la nuova RS5 potrebbe appartenere a tutte e tre le categorie. Merito, come accennato, dell’inedito 6 cilindri a V di 2,9 litri a iniezione diretta della benzina, sovralimentato mediante due turbocompressori e abbinato alla trazione integrale quattro. Un’unità che sostituisce il “vecchio” V8 e rispetto alla precedente generazione porta in dote un incremento della coppia di 170 Nm, cui si accompagnano uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi oltre a una velocità massima di 250 km/h, incrementabile a 280 km/h optando per il pacchetto RS Dynamic. Prestazioni alle quali contribuisce l’ottimizzazione del cambio automatico tiptronic a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, condiviso con la “sorella” meno performante S5.


Ispirata all’Audi 90 quattro Imsa GTO del 1989
Più lunga di 7,4 cm rispetto al passato, s’ispira esteticamente alla storica racing car Audi 90 quattro Imsa GTO del 1989, dalla quale mutua l’ampliamento delle carreggiate (+15 mm), l’adozione di ruote dal diametro generoso (19 pollici di serie, 20 pollici a richiesta) e un complessivo alleggerimento del corpo vettura. Il peso, nello specifico, si riduce di 60 kg – ora l’ago della bilancia si ferma a 1.655 kg – se paragonato con il precedente modello e può essere ulteriormente contenuto optando per il tetto in carbonio. Sono infine retaggio dell’era moderna le prese d’aria con griglia a nido d’ape, gli inserti a contrasto lungo le minigonne, i terminali di scarico ovali e lo spoiler posteriore fisso.

Freni carboceramici optional
Il sistema Audi drive select è di serie e, come consuetudine, porta in dote diversi programmi di marcia che influiscono sull’erogazione del propulsore, sui punti d’innesto della trasmissione e sulla servoassistenza dello sterzo, oltre che sugli ammortizzatori adattivi. L’impianto frenante carboceramico è disponibile come optional, così come lo sterzo dinamico con taratura RS, mentre in abitacolo spiccano i rivestimenti dei sedili in pelle Nappa, il volante dalla corona piatta nella sezione inferiore e il sistema d’infotainment MMI plus con MMI touch corredato della connettività internet, così da beneficiare dei servizi Audi connect, e dei protocolli Android Auto e Apple CarPlay per il dialogo privilegiato con gli smartphone. Immancabile la strumentazione digitale che, analogamente al resto della vettura, risente della “cura” RS così da riportare informazioni specifiche quali l’accelerazione laterale, la coppia erogata e il raggiungimento del regime ottimale di cambiata.


Base per la nuova RS5 DTM
Dalla nuova RS5 deriva la versione DTM che parteciperà al Campionato Turismo Tedesco nel 2017. Sottopelle, in questo caso, pulsa un possente V8 4.0 aspirato da 500 cv. Prezzo, per la RS5 Coupé, di 80.900 euro in Germania.


Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

1969: la Nasa arriva sulla Luna, in Italia debutta la Fiat 128

Mitsubishi L200 DC Hurricane, un nome una garanzia

Le SUV “più pazze del mondo”, elettriche, corrono per l’ambiente