Audi TT quattro sport concept: 420 cv per il 2.0 TFSI

La concept degli Anelli anticipa una track car su base TT MY14. Il 2.0 TFSI eroga 420 cv. Grazie alla trazione integrale e alla trasmissione a doppia frizione S tronic promette uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi. Pesa 1.344 kg

12 marzo 2014 - 10:03

La nuova TT ha debuttato da pochissimo tempo, ma Audi è già pronta a svelarne tutto il potenziale. TTS può contare su 310 cv? Pochi. Ne servono come minimo 420…

TT quattro sport è una concept destinata a divenire una track car, ovvero una vettura per divertirsi in pista. Il 2.0 TFSI a iniezione diretta di benzina sovralimentato mediante turbocompressore passa dai 230 e 310 cv appannaggio rispettivamente delle nuove TT e TTS a 420 cv. Valore cui corrisponde una potenza specifica di ben 212 cv/litro! Non meno rilevante la coppia di 450 Nm (45,9 kgm) disponibile da 2.400 a 6.300 giri/min. Scatta da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi. Un tempo eccezionale, inferiore di 1 secondo – a parità di trasmissione S tronic a 6 marce – rispetto alla sorella meno estrema TTS.

Sebbene esasperato, il propulsore di TT quattro sport concept non rinuncia a tecnologie condivise con l’unità strettamente di serie quali la fasatura variabile sia lato aspirazione sia lato scarico e la doppia strategia d’iniezione: diretta come standard, indiretta, ovvero nel collettore d’aspirazione, ai carichi parziali. Sono invece specifici i pistoni in alluminio con canale di raffreddamento integrato, l’albero a gomiti in acciaio forgiato e il turbocompressore in grado di garantire una pressione massima di sovralimentazione di 1,8 bar. Condivise con TT e TTS tanto la trasmissione a doppia frizione S tronic a 6 rapporti quanto la trazione integrale permanente quattro.

McPherson all’avantreno, multilink a 4 bracci al retrotreno: lo schematismo delle sospensioni è identico alle sorelle di serie. Cambiano l’altezza da terra, ridotta, e la taratura del controllo della trazione evoluto che frena le ruote interne alla curva per ottimizzare il grip. In abitacolo domina l’essenzialità. Addio a impianto audio e braccioli, benvenuti sedili a guscio con cinture a 4 punti. Muta radicalmente anche il volante. Lungo le razze, oltre al pulsante d’accensione (in rosso), trovano collocazione i comandi del sistema Audi Drive Select che agisce sull’erogazione del propulsore, sui punti d’innesto del cambio a doppia frizione, sulla servoassistenza dello sterzo elettromeccanico, sulle sospensioni magnetoreologiche e sulla ripartizione della coppia tra gli assali. Il guidatore può optare per la configurazione Race: una peculiarità di TT quattro sport concept.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Seat Ibiza, Arona e Tarraco: in arrivo nuove motorizzazioni 

Mazda EV, una prima volta… elettrica

Nissan IMk, il concept cittadino ispirato alla cultura giapponese