Nuova BMW 330e ibrida plug-in e con il superboost

Due motori per 252 cv di sistema: la berlina tedesca punta anche sull'ibrido plug-in senza trascurare il piacere di guida

16 novembre 2018 - 17:11

Arrivata da poco sulla scena, per la Serie 3 è già tempo dell’ibrida plug-in: si tratta della nuova BMW 330e, la prima della Casa dell’Elica a poter contare sul XtraBoost, capace di aggiungere 41 cv aggiuntivi in accelerazione.


Due cuori
Il sistema ibrido plug-in della nuova BMW 330e comprende un motore a benzina classico, il 4 cilindri da 2 litri TwinPower Turbo da 184 cv, accompagnato da un cuore elettrico (integrato nel cambio Steptronic a 8 rapporti) capace di una potenza di picco pari a 109 cv. Quest’ultimo fa anche la funzione del generatore e alimenta i sistemi elettrici di bordo. Insieme, i due sviluppano 252 cv e 420 Nm: numeri che significano uno “0-100” da 6 secondi netti e 230 km/h di punta.


Fila veloce anche in elettrico
Posizionata sotto i sedili posteriori, la batteria agli ioni di litio ha una capacità di 12 kWh e permette alla nuova BMW 330e di raggiungere, in modalità Hybrid, i 110 km/h ad emissioni zero. In modalità elettrica, stando sempre ai dati dichiarati, si possono invece toccare i 140 km/h. Risibile il consumo dichiarato, fissato a 1,7 l/100 km. Con un’autonomia di 60 km in modalità totalmente elettrica.


Bagagliaio rimpicciolito
Peccato solo che il vano bagagli della BMW 330e sia più piccolo rispetto a quello delle Serie 3 convenzionali, a causa dello spostamento del serbatoio sopra l’asse posteriore: si parla di 375 litri contro i 480 delle versioni normali. Lo schienale rimane comunque abbattibile e diviso in percentuale 40:20:40. La nuova 330e è attesa nelle concessionarie non prima dell’estate 2019.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Audi S5 TDI
La sua prima volta

Hyundai, idrogeno anche per la mobilità “pesante”

Peugeot 3008
Le Fiamme Gialle guidano francese