BMW Concept Active Tourer

La prima monovolume, la prima tre cilindri Twin Turbo, la prima con trazione anteriore. La Concept Active Tourer di BMW anticipa e presenta quello che sarà il futuro della mobilità green rappresentata dalla i8

BMW Concept Active Tourer taglia il robusto cordone che la lega alla tradizione del marchio e lancia la sfida, sfrontata. A dispetto della concorrenza che abbandona le forme paciose e voluminose – l’esempio eloquente è Mercedes Classe A che rinuncia all’idea iniziale a favore di un aspetto da vettura media a due volumi -, BMW si mette in discussione, mostrando per la prima volta una sua interpretazione del concetto multi-space. Operazione più che riuscita soprattutto perché, dati alla mano, incarna alla perfezione la lista di richieste dell’attuale mondo dell’automotive: basse emissioni, cilindrate compatte ed efficienti, accoppiate a propulsioni elettriche che agiscono parallelamente a quelle endotermiche, vivendo tecnologicamente separate in casa.

La trazione anteriore è a carico di un tre cilindri in linea da 1.500 centimetri cubi, benzina, equipaggiato con la conosciuta tecnologia Twin Turbo che permette potenze incredibili: 190 cavalli effettivi, sufficienti per garantire accelerazioni da 0 a 100km/h in soli 8 secondi e una velocità massima di 200 km/h. L’asse posteriore accoglie la spinta del motore elettrico prodotto direttamente da BMW; il modulo batteria è agli ioni di litio, in grado di erogare un valore di coppia di 200 Nm. Endotermico ed elettrico garantiscono consumi sorprendenti almeno quanto le prestazioni, visto che nel ciclo combinato vengono dichiarati 2,5 litri di carburante ogni 100 km percorsi e 60 g/km di anidride carbonica emessa.

Il modulo del motore elettrico garantisce una percorrenza media superiore ai 30 km senza l’ausilio del motore endotermico; la potenza dell'elettrico sincrono può essere utilizzata come ulteriore spinta nella fase di accelerazione. La ricarica del modulo batteria a ioni di litio della BMW Concept Active Tourer può avvenire con una normale presa di rete 220 Volt. Per incrementare l'efficienza del propulsore ibrido plug-in è possibile ricaricare il modulo batteria a ioni di litio con energia elettrica generata da entrambi gli assi della BMW Concept Active Tourer: mentre al retrotreno il motore elettrico recupera automaticamente la massima energia possibile durante ogni decelerazione del veicolo, all'avantreno un generatore ad alto voltaggio accoppiato al motore termico ricarica l'accumulatore di energia.

L’opzione ECO PRO gestisce automaticamente il livello dei consumi. Nel range di velocità compreso tra 50 a 160 km/h, l'ECO PRO può attivare il “veleggiamento” della vettura. Il sistema spegne completamente il motore a benzina durante la fase di rilascio del gas fino al raggiungimento della velocità di 125 km/h, mentre fino a 160 km/h lo disaccoppia dal sistema di trasmissione, sfruttando l'energia cinetica della vettura per non consumare carburante.