Nuova BMW Serie 1: il trucco c’è, e si vede

La seconda generazione della media tedesca beneficia di un sostanzioso restyling e dell’ampliamento della gamma motori grazie all’introduzione dei nuovi 3 cilindri 1.5 turbo benzina e diesel. Dotazione di serie più ricca.

Il restyling della seconda generazione della media BMW porta in dote una piccola rivoluzione: sotto il cofano di Serie 1 debuttano i 3 cilindri TwinPower Turbo, sia benzina sia diesel, già adottati da MINI.BMWSerie1-001Ai tradizionali motori a 4 cilindri si affiancano due tricilindrici, anch’essi caratterizzati dalla tecnologia TwinPower Turbo. Pacchetto tecnico che, nel caso dei propulsori a benzina, si compone di sovralimentazione mediante turbocompressore, iniezione diretta, fasatura variabile sia lato aspirazione sia lato scarico e controllo continuo delle valvole Valvetronic. Non meno ricercate le unità a gasolio, forti anch’esse del turbocompressore (a geometria variabile) e caratterizzate dall’iniezione diretta common rail con pressione massima di 2.000 bar. Testata e basamento, da tradizione BMW, sono in alluminio. I propulsori a benzina in gamma, tutti omologati Euro 6, sono pertanto il tricilindrico 1.5 da 109 cv e 180 Nm di coppia appannaggio di 116i, il 4 cilindri 1.6 nello step da 136 cv e 200 Nm (118i) – disponibile in abbinamento al cambio automatico a 8 rapporti Steptronic del tipo mediante convertitore di coppia – o in configurazione da 177 cv e 250 Nm (120i), nonché il 2.0 da 218 cv e 310 Nm riservato a 125i.BMWSerie1-019Top di gamma, da tradizione, sono le versioni M, mosse dal noto 6 cilindri 3.0 turbo a iniezione diretta di benzina, portato dai precedenti 320 agli attuali 326 cv e forte di 450 Nm di coppia. Nel dettaglio, M135i si affida alla trazione posteriore, mentre M135i xDrive è caratterizzata dalle 4WD e dal citato cambio automatico a 8 marce; quest’ultimo unica opzione a livello di trasmissione. Non meno ricco il panorama dei diesel che prevede quale entry level il tricilindrico 1.5 da 116 cv e 270 Nm (116d), cui si affianca il 4 cilindri 2.0 negli step da 150 cv e 320 Nm (118d), 190 cv e 400 Nm (120d) o, ancora, 224 cv e 450 Nm (125d) in configurazione biturbo.BMWSerie1-011Cambia sotto pelle, ma anche nella linea. Il frontale, ad esempio, beneficia di luci a LED dal look rinnovato, mentre il posteriore è ora caratterizzato da gruppi ottici a L. In abitacolo muta lievemente il layout della consolle e divengono di serie il climatizzatore automatico, il sensore pioggia, la radio Professional e il multi controller iDrive corredato di display da 6,5 pollici. Quattro gli allestimenti: Advantage, Urban Line, Sport Line e M Sport. Disponibile a richiesta con sospensioni adattive o assetto sportivo M, la nuova Serie 1 cresce in sicurezza grazie al debutto del cruise control adattivo con funzione stop&go nel traffico, della telecamera in retromarcia e del sistema d’assistenza al parcheggio per le manovre sia longitudinali sia trasversali. Non mancano, infine, i sistemi di connessione e d’infotainment sinora riservati da BMW ai modelli di categoria superiore. Un vero e proprio salto in alto!