Cadillac Escala Concept: l’ammiraglia del futuro

22 febbraio 2017 - 16:02

5,3 metri di lunghezza, pelle e radica a profusione, schermi OLED in quantità da far impallidire un cinema multisala e uno sguardo da dura: la Cadillac Escala Concept anticipa lo stile dei nuovi modelli del Gruppo General Motors e punta a mostrare al mondo l’eccellenza della produzione americana. Attesa al debutto europeo in occasione del Salone di Ginevra, introduce la futura ammiraglia della Casa a stelle e strisce.

La Cadillac Escala Concept è basata sulla piattaforma Omega del Gruppo americano, vale a dire il medesimo pianale adottato dalla berlina CT6, e può contare su di un passo particolarmente generoso (oltre 3,2 metri). Sotto il profilo del design, colpisce l’abbinamento tra una calandra dalle dimensioni particolarmente generose e gruppi ottici anteriori, a LED, estremamente sottili, laddove la firma luminosa ha un andamento verticale. Quest’ultimo un richiamo al passato, mentre lo “sguardo felino” riesce a donare una spiccata aggressività all’insieme nonostante le imponenti dimensioni dell’auto. Basti pensare, a tal proposito, come la Mercedes-Benz Classe S Lunga non vada oltre i 5,25 metri, risultando ben 8 cm più corta della concept Cadillac.

Radica, pelle, cristallo a profusione – il tetto panoramico ha l’estensione di una serra! – e display OLED sono gli elementi che contraddistinguono l’abitacolo. Il posto guida, nello specifico, può contare su ben tre schermi curvi ultrasottili che accorpano le funzioni di console e quadro strumenti, creando una nuova interfaccia uomo-macchina basata su comandi tattili, vocali e gestuali. Una soluzione che promette di rafforzare il dialogo tra guidatore, vettura e device portatili. Quanto alla meccanica, la Cadillac Escala Concept condivide con la nota CT6 la costruzione multimateriale – acciaio, alluminio e fibre composite – per la riduzione delle masse. Una soluzione che si accompagna all’adozione di un possente V8 4.2 biturbo benzina corredato della disattivazione parziale dei cilindri –4, per la precisione (una bancata) – ai carichi parziali, così da contenere i consumi.


Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

FCA-PSA: tutti marchi sopravviveranno. Sì, anche Lancia

Dunlop Pro Race Dealer al Cremona Circuit

Shelby torna in Italia con il Gruppo Cavauto