Citroen DS 5LS: Francese per i Cinesi

La berlina francese è costruita in Cina e riservata al solo mercato asiatico. Adotta il marchio DS anziché Citroën. Raffinata e ricca nelle dotazioni, è mossa dal noto 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina da 156 o 200 cv abbinato a un cambio automatico a 6 marce

La puoi guardare, ma non avere. Ti piace? La vorresti? No! Assolutamente no! DS 5LS, inedita berlina Citroën alto di gamma, è destinata esclusivamente alla Cina.

Punta sul lusso, la raffinatezza e l’eleganza. Lunga 4,70 metri, si colloca un gradino, non solo dimensionalmente, sopra DS5 (4,53 metri), sinora unica vettura della Casa francese commercializzata in Cina, e inaugura un nuovo corso stilistico. La calandra non ospita il consueto logo del Double Chevron, bensì il simbolo della linea DS, che all’ombra della Grande Muraglia costituisce un brand a sé stante, mentre in abitacolo spicca la presenza di materiali nobili quali alluminio, radica e pelle semi anilina. Quest’ultima valorizzata dalla lavorazione bracelet (a cinturino d’orologio).

Il propulsore è il noto 4 cilindri in linea 16V di 1.598 cc a iniezione diretta di benzina sovralimentato mediante turbocompressore di tipo twin-scroll, proposto negli step di potenza da 156 e 200 cv, abbinato a una trasmissione automatica a 6 rapporti. Più che la tecnica è la completezza delle dotazioni a colpire: sedili anteriori con funzione massaggio, sedute posteriori con schienali reclinabili di 29°, appoggiatesta tipo aereo, climatizzatore con ionizzatore, sistema audio dello specialista francese Arkamys, chiave a transponder, avviso d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco, sensori anteriori e posteriori, telecamera in retromarcia, touchscreen a colori, lettore DVD e funzione chiamata d’emergenza sono solo alcuni degli equipaggiamenti previsti. Insieme a DS5 costituirà la testa di ponte della penetrazione Citroën in Cina.