Citroën DS3 Cabrio

Tetto apribile fino a 120 km/h, cinque posti e il bagagliaio più ampio della categoria sono i punti di forza di questa nuova cabrio. Tantissime le possibilità di personalizzazione. Esposta a Parigi, sarà in vendita dall’inizio del 2013

La linea DS vale per Citroën più di 250.000 unità vendute dal 2010 a oggi, 180.000 delle quali sono DS3. E a Parigi vedremo dal vivo un nuovo modello, la Cabrio, prodotta in Francia, a Poissy, e in vendita dall'inizio del prossimo anno.

Personalizzazione, cura dei dettagli, particolari dall'impatto estetico molto forte: la DS3 Cabrio interpreta il piacere della guida con il vento tra i capelli in modo peculiare, innanzitutto sul piano cromatico. Il tetto in tela apribile elettricamente è proposto in tre colori: Nero, Blu Infini e Grigio Moondust, quest'ultimo decorato dal monogramma DS.

Dimensioni e stile sono quelli della berlina: 3,95 metri di lunghezza, 1,71 di larghezza e 1,46 di altezza, con i fari diurni a LED a caratterizzare il frontale e quelli posteriori ad effetto 3D che esaltano il retrotreno, decorato anche da un profilo cromato. Il peso supera quello della versione standard di 25 kg soltanto, con rigidità torsionali che la Casa costruttrice definisce “paragonabili” e quindi con un comportamento dinamico molto simile, anche per via del medesimo assetto. Le differenze, quindi, sono da ricercare nelle peculiarità della Cabrio: il tetto in tela, ad esempio, può essere aperto in soli 16 secondi tramite il comodo comando elettrico e fino alla velocità di 120 km/h; le posizioni sono tre: intermedia, apertura orizzontale e apertura totale. La cura dell'insonorizzazione dovrebbe garantire a tetto chiuso lo stesso comfort acustico della berlina, mentre un apposito deflettore ha il compito di deviare i flussi d'aria dall'abitacolo quando il tetto è aperto. Altre caratteristiche interessanti sul piano funzionale sono i 5 posti veri e la capienza del bagagliaio (245 litri), da record di categoria; il divano posteriore, inoltre, può essere abbattuto con frazionamento 2/3 – 1/3. Infine il portellone si apre anche quando lo spazio a disposizione è minimo, grazie all'azionamento che Citroën definisce “a traslazione circolare”.

Nell'abitacolo i rivestimenti dei sedili permettono accoppiamenti di colore inediti, anche tra pelle e tessuto; spicca l'illuminazione interna bianca a LED. Una nota finale: la tela Blu Infini del tetto è ottenuta lavorando tre fili di colore diverso, uno dei quali lucido, con il risultato di dar vita a riflessi che alla luce del solo sono cangianti, e decisamente suggestivi.

Appuntamento a Parigi per le caratteristiche tecniche e i prezzi.