Auto per neopatentati: ecco le migliori 15

MIgliori auto per neopatentati, quali sono? Dalle citycar ai SUV, ecco la (nostra) selezione del meglio che offre il mercato

Quali auto auto possono guidare i neopatentati? Più di quelle che potete pensare anche se i limiti sono sostanzialmente due. L’articolo 117 del Codice della Strada consente, nel primo anno dal conseguimento della patente, di guidare solo auto con un rapporto tra peso (riferito alla tara) e potenza superiore ai 55 kW per tonnellata. Non si tratta dunque di un valore assoluto, ma di un valore che si ricava da una proporzione: si moltiplica la potenza del modello di proprio interesse per 1.000 e lo si divide per il peso. Se si ottiene un numero inferiore a 55, allora ok. Diversamente, quell’auto non potrà essere guidata.

In ogni caso la potenza massima non può comunque superare i 70 kW o 95 cavalli. Questi i limiti fissati dalla legge, che non possono essere superati. Perché i neopatentati che dovessero guidare auto che superano questi limiti incapperebbero nella sospensionedella patente di guida fino a 6 mesi e in una multa compresa tra 152 € e 608 €.

Un’altra limitazione è quella sulla velocità. Nei primi tre anni dal conseguimento, (patenti A2, A, B1 e B) non è consentito il superamento dei 100 km/h in autostrada e dei 90 km/h sulle strade extraurbane principali.

Come già detto questi limiti per le auto per neopatentati durano un anno, poi decadono ed è possibile guidare qualsiasi modello.

Fino a 70 kW per i veicoli a 9 posti

Tornando ai 55 kW per tonnellata, con tara si intende la massa a vuoto del mezzo, a cui aggiungere 75 kg, peso convenzionalmente attribuito al conducente. Leggermente diversa la regola che si applica ai veicoli di categoria M1 (destinati al trasporto di persone, e aventi al massimo otto posti, oltre a quello del guidatore) si applica inoltre il limite assoluto di 70 kW (95 cv). Importante: le suddette limitazioni  non si applicano ai veicoli adibiti al servizio di persone invalide, autorizzate ai sensi dell’articolo 188, purché la persona invalida sia presente sul veicolo. Per aiutare nella scelta della prima vettura, ecco la nostra selezione dei 15 modelli migliori idonei ai neopatentati. Avviso: non sempre la razionalità comanda. Si tratta pur sempre dell’auto di un giovanissimo, no?

Auto per neopatentati, quante sono

Per capirci è quasi impossibile trovare un’auto per neopatentati sul mercato visto che sfogliando i listini si trovano circa 900 modelli omologati per neopatentati. Anzi orientarsi è quasi difficile, ecco perché abbiamo stilato questa classifica delle migliori auto per neopatentati secondo RED.

Soldi ben spesi

Prima di cominciare, però, concedeteci un consiglio da “buon padre di famiglia”: la limitazione vale solo per i primi 12 mesi. Potrebbe dunque venire la tentazione di optare per un usato, da cambiare appena possibile con un’auto più potente. Ecco, ammesso di potersi permettere un’auto nuova, questa rimane a nostro avviso la scelta migliore per il proprio figlio. Primo perché un’auto nuova (o comunque di ultima generazione, poco importa che non sia di prima immatricolazione) offre dotazioni di sicurezza più numerose e tecnologicamente avanzate. Secondo, perché il fatto di averla acquistata nuova è la motivazione giusta per tenerla ben più di un anno. Del resto, quale genitore è sicuro che dopo 12 mesi il proprio figlio sappia gestire con capacità e maturità un’auto più potente?