Coronavirus, i limiti UE sulla CO2 potrebbero essere posticipati

Il crollo delle vendite che ci si aspetta nei prossimi mesi non può non essere preso in carico da Bruxelles

24 marzo 2020 - 16:17

Fra una settimana arriveranno i numeri del mercato dell’auto relativi a marzo. Dati che nessuno avrebbe voluto leggere e che nessuno, solo un mese fa, si sarebbe immaginato. Il Coronavirus ha già colpito pesantemente tutte le economie del mondo e continuerà a farlo per qualche mese; difficile, ora, dire di preciso quanti.

INTERVENTI IN FAVORE DELL’AUTO

Una crisi globale di cui anche l’Europa non potrà non tenere conto. Non “solo” a livello generale, con iniezioni di denaro già previste, bensì tramite interventi diretti, specifici per ogni settore.

Per quello che riguarda l’auto, il provvedimento che in molti si aspettano è un allentamento delle norme sulla CO2. Ecco alcuni passaggi dell’intervista rilasciata da Michele Crisci, Presidente UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Veicoli Esteri), nonché Presidente di Volvo Italia, al magazine specializzato Auomotive News Europe.

SPOSTARE LE NORME 2020 SULLA CO2 AL 2021

Uno dei primi punti affrontati da Michele Crisci è proprio quello dei limiti alla CO2: “Vanno rivisti anche perché molte parti necessarie all’elettrificazione dei veicoli provengono dalla Cina, dove le fabbriche sono state chiuse per molto tempo. Al momento non sappiamo quando la fornitura potrà tornare a livelli normali“.

Al netto di questo, è ovvio che la diffusione del Coronavirus in Europa colpirà, anzi ha già colpito anche qui. Le multe rischierebbero di mettere ulteriormente in crisi tutti”.

INCENTIVI PER LE AUTO AL DI SOTTO DEI 95 G/KM

Passando dal contesto europeo a quello italiano, Michele Crisci e l’Unione che rappresenta hanno già qualche idea per sostenere il comparto dell’auto. “Premesso che la priorità adesso è ben altra, ed è giusto che sia così, noi siamo qui con delle proposte concrete, quando il Governo avrà la possibilità di ascoltarci”.

Uno dei provvedimenti più immediati che vengono in mente è una campagna di incentivi rivolta alle auto con emissioni al di sotto dei 95 g/km di CO2”. Staremo a vedere.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dacia e Udinese Calcio, la partnership si rinnova

Volkswagen ID.4 in movimento gialla tre quarti anteriore

Volkswagen ID.4 contro Tesla Model Y e gli altri SUV elettrici

BMW Why Buy EVO

BMW Why-Buy Evo, guidare una BMW senza comprarla è ancora più facile. Ecco perché