Coronavirus, ecco perché si tornerà a usare l’auto privata (chi ce l’ha)

Quando potremo tornare a muoverci, probabilmente, lo faremo alla vecchia maniera. Almeno per un po’

IN VACANZA IN AUTO

Prima che tutti i Paesi del mondo giungano al fatidico zero nel numero di nuovi contagi e di vittime per (o con) Coronavirus ci vorrà parecchio tempo, oltre a un vaccino. Anche quando questo accadrà, prima che il traffico aereo torni ai livelli pre-pandemia, bisognerà attendere parecchio.Non è difficile immaginare che molte nazioni pongano dei limiti anche forti alla circolazione delle persone, soprattutto in ingresso. Insomma: non è da escludere che torneremo a fare le vacanze  come negli anni Ottanta e Novanta (perdonateci un po’ di generalizzazione): meno viaggi all’estero, meno aereo, più mete nazionali e più auto. E, a dirla tutta, quanto a mete nazionali noi italiani siamo tra i più fortunati nel mondo. Anzi, diciamolo pure, siamo i più fortunati. Senza se e senza ma.NO AGLI ASSEMBRAMENTIAL LAVORO IN MACCHINAIN VACANZA IN AUTO