Dakar 2012, day 5

Cyril Despres alla guida della sua KTM vince ancora e aumenta il suo vantaggio nei confronti del diretto rivale Marc Coma. Nelle auto è la nutrita squadra delle Mini che continua a dettare un ritmo infernale: vittoria di tappa di Holowczyc, la sua prima alla Dakar.

Tappa accorciata per via delle condizioni meteo che stanno rapidamente peggiorando. Cyril Despres, sulle dune prossime al confine con il Cile, ha un passo insostenibile non solo per la squadra dei centauri ma anche per il suo diretto rivale Marc Coma. Dopo 185 km di piste sabbiose e continui guadi di fiumi Cyril aggiunge un altro minuto e 41” di vantaggio che lo portano a 9 minuti e 50” sul compagno di squadra.Nelle auto il rimescolamento è continuo soprattutto parlando di classifica di giornata. La quinta tappa è patrimonio di Holowczyc, ma è interessante analizzare il fatto che nelle cinque tappe disputate fino ad ora a vincere sono state quattro Mini guidate da piloti diversi. Giornata sfortunata per Nasser Al Attiyah che perde tempo prezioso e si ritrova in ottava posizione nella generale a causa della rottura di un tubo dell’impianto di raffreddamento del motore. L’Italia alla DakarAlessandro Botturi si sta rivelando il saggio della squadra tricolore. Mastica sassi senza perdere mai la bussola. Con il 16° posto nella classifica di giornata si assesta saldamente in dodicesima posizione nella generale. Paolo Ceci arriva al traguardo in 37esima posizione per via di un problema di alimentazione della moto ma mantiene la 26esima piazza nella generale.Sta prendendo il ritmo giusto Manuel Lucchese, anche oggi il più veloce dei piloti privati. Posizione simile a ieri, 51° e 66° posto in generale per il giovane romano. Brutta avventura invece per Andrea Fesani e per Federico Ghitti; ad entrambi è andata a fuoco la moto, a causa della sterpaglia infilatasi tra paramotore e collettore di scarico, segnaliamo anche Filippo Ciotti 67esimo e lo stoico Franco Picco, 69°, che ha accusato i postumi di una caduta in gara.Miki Biasion anche oggi è stato terzo assoluto con il suo Iveco, ed ormai ed è stabilmente su un podio monopolizzato dagli Iveco.Tra le auto prosegue in modo regolare la corsa dell’incredibile Edo Mossi. Da buon ex motociclista il tortonese corre in macchina da solo, guidando e navigando. Tamponato da un truck è riuscito comunuqe ad arrivare al termine della tappa. Photo Credit DPPI