Driven to extremes, la vita estrema di uomini, auto e olio

Da -60° a +50° passando per una umidità del 100%. Esistono posti così? Esistono e c’è anche chi ci è andato in auto. Una serie televisiva porta uomini e auto nei luoghi più estremi del pianeta. Obbiettivo: vedere fino a dove siamo capaci di resistere

13 marzo 2013 - 15:03

Come si possono testare le caratteristiche di resistenza di un automobile e dell’olio motore che le dà vita? Semplice, portandoli a lavorare in condizioni climatiche critiche, estreme. I test di funzionamento in condizioni estreme sono l’ordine del giorno per chi progetta auto e lubrificanti. Un lavoro che si svolge quasi sempre nell’ombra con persone che lavorano in condizioni altrettanto estreme. Ma cosa succede se a ad affrontare queste condizioni estreme sono piloti e attori famosi? Le “strane coppie” si sono cimentate in prove davvero al limite prestandosi a un gioco che a volte si è rivelato anche pericoloso, mettendosi alla prova sopportando le stesse condizioni inospitali che devono sopportare auto e lubrificante.

E’ questo il “focus” di Driven to Extremes, la serie TV in tre episodi, che andrà in onda in esclusiva su Discovery Channel il 14, 21, e 28 marzo. La serie TV è stata creata appositamente da Shell per dimostrare le capacità del lubrificante  Shell Helix di garantire un funzionamento ottimale dei motori anche in condizioni realmente impossibili, ma il risultato è finale è andato anche oltre, i tre episodi sono veri e propri documentari ad alto tasso di spettacolarità dove a soffrire sembrano più gli uomini che i mezzi (e l’olio). Per averne un’idea date uno sguardo al canale Youtube di Shell Helix, dove troverete tutti i backstage oppure date buttate un occhio al teaser. Qui sotto.

http://youtu.be/Ba9_El0X8ns

La troupe ha visitato quindi i luoghi più estremi della terra, luoghi dove nessuno vorrebbe mai vivere, men che meno farci un giro in auto.
Il primo episodio della serie, che è stato girato durante l’inverno siberiano caratterizzato da temperature inferiori ai -60°C e vede come protagonisti l’attore di Hollywood Tom Hardy e l’ex pilota di Formula Uno Mika Salo alla guida di una Nissan Patrol, ha l’obiettivo di verificare la performance di Shell Helix in relazione alla protezione e alla pulizia del motore anche in condizioni estreme.

Dopo un viaggio lungo nel freddo subartico, la Nissan Patrol è stata condotta nel Deserto di Taklimakan nell’Ovest della Cina, conosciuto come “Il Deserto della Morte”, luogo ideale per testare Shell Helix in una parte del mondo estremamente calda, sabbiosa ed insidiosa. Al volante l’attore di Hollywood Henry Cavill e il campione britannico di Superbike Neil Hodgson per testare la reazione di Shell Helix ad elevatissime temperature del motore.  Il caldo estremo, che superava i 40°C, e la forte sollecitazione del motore causata dal terreno del deserto avrebbero potuto aggravare il tasso di degradazione dell’olio a causa della produzione di depositi e acidi dannosi al motore.

L’ultimo test ha avuto come scenario l’inospitale giungla di Johor nel sud della Malesia durante la stagione dei monsoni, che la rendono uno dei luoghi più insidiosi sulla terra. Le forti piogge e le strade scoscese protagoniste di questo episodio hanno mostrato la bassa viscosità, il veloce scorrimento e le basse proprietà di attrito di Shell Helix.

Durante questo episodio, che ha visto ancora una volta come protagonista Mika Salo, entusiasta di tornare alla guida dopo l’avventura in Siberia, l’ex pilota di Formula Uno è stato accompagnato al volante dall’attore di Hollywood Adrien Brody, vincitore dell’Oscar e grande appassionato di motori. L’appuntamento in TV è quindi per il 14 su Discovery Channel, ma ancora prima sul canale YouTube di Shell Helix.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Audi Q7 TFSI E

Suzuki Vitara
ora anche in versione Katana 

Alpine A110 Rally Blu 2020

Alpine A110 Rally
Il ritorno di un mito