Come da tradizione, il facoltoso proprietario che ha commissionato a Maranello questa Ferrari SP38 one-off, rimarrà nell’ombra. Almeno per il momento. Nata sulla base della 488 GTB, la SP38 ha già compiuto qualche giro a Fiorano: nelle idee del cliente, infatti, doveva essere la miglior Ferrari da usare sia su strada sia su pista.

Un rosso particolare

In attesa di vederla dal vivo al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, in programma tra pochi giorni, sappiamo dirvi che la tonalità di colore della Ferrari SP38 è un particolare rosso metallizzato a triplo strato, appositamente concepito per questo esemplare unico. In ogni caso, l’impostazione del progetto – motore biturbo con doppi intercooler – ha preso ispirazione nientepopodimeno che da sua maestà la Ferrari F40. Rispetto alla 488, la massa visiva è concentrata sulla parte posteriore, oggetto di una pesante quanto elegante rivisitazione estetica.

Tanti i richiami alla F40

Il classico piccolo vetro posteriore ha lasciato il posto ad un cofano in fibra di carbonio a tre scenografiche fenditure mentre il lato B della Ferrari SP38 conquista gruppi ottici circolari e due tubi di scarico di generose dimensioni, anch’essi tondi. Infine, lo spoiler integrato ricorda il famoso alettone della F40, anche se qui siamo ad un altro livello di eleganza. L’inconfondibile presa d’aria laterale della 488 GTB risulta completamente nascosta grazie alla carrozzeria praticamente “ripiegata” su se stessa.

Un po’ di 308 GTB nel frontale

Elegante e allo stesso tempo arrabbiato, il frontale della Ferrari SP38 ha ricevuto fari molto sottili, nonché una ipertrofica calandra con stemma argentato del Cavallino Rampante in bella mostra. Le luci diurne sono state riposizionate, mentre non manca un piccolo richiamo al passato: il labbro sottile scuro inserito nel paraurti frontale, un rimando alla 308 GTB. Dobbiamo ancora pazientare per scoprire gli interni, naturalmente curati dal programma Tailor Made Ferrari.

Prestazioni celestiali

Nessuna novità, invece, nella meccanica: la Ferrari SP38 è spinta dal V8 biturbo da 3.9 litri e 670 cv a 8.000 giri, conditi con 760 Nm a quota 3.000 giri. Il che significa una potenza specifica di 172 cv/l e un rapporto peso potenza pari a 2,04 kg/cv. Anche grazie al cambio doppia frizione a 7 marce, questa one-off raggiunge i 100 km/h in soli 3 secondi, riuscendo ad agguantare i 330 km/h di punta.